Non facciamoci condizionare troppo da AdSense oppure avremo un web omologato agli standard di Google!



20090929googlematrix

Ormai non si fa altro che parlare di parole chiave, posizionamento degli annunci, composizione dei titoli, scelta dei colori… e tutto questo perchè ?
Per riuscire a guadagnare qualche dollaro in più con AdSense!
Tutto giusto, tutto buono ma non stiamo rischiando un appiattimento generale della cultura ai dettami di Google?
Ma chi è poi Google per decidere tutto questo ?
“Don’t be evil” ci sta condizionando più di ogni altra cosa prima d’ora, e non sarà forse che a volte ci spinge invece a fare scelte non corrette ?
A privilegiare la scarsa qualità a favore di un click in più ?

E’ molto importante non conformarsi a Google AdSense…

Google fa emergere i contenuti più richiesti non i migliori, facendo decadere inesorabilmente la qualità del contenuto a favore del rispetto di un algoritmo.
Forse inizio ad avere nostalgia del buon vecchio Yahoo!, dove una redazione umana selezionava i contenuti in base alle loro qualità.
Forse con Yahoo! non avevamo a disposizione “un miliardo di miliardi di pagine web”, ma forse avevamo la possibilità di navigare in siti meno dozzinali.
La mia esperienza di utilizzo di Google è che si naviga in una ristretta cerchia di siti e non si riesce ad uscire facilmente dal perfetto mondo ideale creato dal motore di ricerca.
Ad una attenta analisi sembra una specie di Matrix dove si ottengono rapidamente contenuti attinenti e si ha la sensazione e l’appagamento di aver ottentuto il risultato, ma poi ci si rende conto di essere prigionieri di un piccolo mondo, dal quale poi occorre imparare a scappare.
Spero vivamente che Microsoft Bing porti un’approccio alla ricerca decisamente diverso… e al digital advertising per le masse che possa valorizzare i contenuti di alta qualità, non come accade adesso…

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • E’ vero, ma i webmasters sono costretti a omologarsi, non hanno le forze per rinunciare agli standard. L’unica spinta può arrivare da altri colossi, e Microsoft e Yahoo ci provano. Ma il rischio è di avere solo nuovi standard. Il web è sempre standardizzato, ma sono d’accordo sul promuovere il contenuto di qualità rispetto a quello ottimizzato per una macchina. C’è ancora molto lavoro da fare.

  • logicwalker

    Dimenticavo di dire che servizi come “MondoInformatico” sono molto utili per far emergere quelle isole di contenuto di qualità che spesso risultano invisibili ai motori di ricerca

  • mamma mia quanti bold ;-) sembra un articolo sulla juventus … in bianco e nero :-)))

  • logicwalker

    hai ragione, comunque effettivamente sono della Juve :)

  • mitica juve!!

  • Pingback: diggita.it()

Pinterest