Nuovo Mac Book Pro Retina, la recensione



L’ultima novità della Apple è stato il MacBook Pro con “Retina Display”, un computer decisamente interessante, con quad-core Intel Core i7 funziona a 2.6GHz, 8GB di RAM DDR3 1600 MHz, hard disk da 500GB a stato solido, scheda video Nvidia GeForce GT 650M con 1GB di memoria grafica. Ma com’è veramente il nuovo computer della casa di Cupertino?

Fisicamente il nuovo MacBook Pro è diverso dal resto della linea MacBook Pro. E’ notevolmente più sottile rispetto ai “vecchi” computer e pesa mezzo chilo in meno. La riduzione dello spessore e del peso sono anche dovuti all’assenza del supporto per CD e DVD, oltre all’uso di una unità a stato solido al posto del tradizionale hard disk.

Il retina display è lo schermo più incredibile mai visto su un computer portatile. Gli angoli di visione sono notevolmente migliorati, la definizione è migliore, i colori sono più vivaci e il contrasto è visibilmente migliore. I neri sono più profondi e la riduzione dei livelli di protezione sul viso dello schermo rende il testo “più vicino”. Navigare sul web o guardare le foto sono delle esperienze decisamente nuove ed interessanti. Il rovescio della medaglia del Retina Display è che, come è avvenuto con l’iPhone 4 e con l’iPad 3, molti sviluppatori dovranno aggiornare le loro applicazioni per supportare l’alta risoluzione.

Dal punto di vista delle prestazioni, il nuovo MacBook Pro Retina non delude: veloce e performante, perfetto anche per chi deve fare delle operazioni pesanti.

In conclusione possiamo dire che questa macchina è senza dubbio l’apice dell’innovazione hardware da parte di Apple e merita giustamente la massima attenzione da parte di tutti. Ma il “vecchio” MacBook Pro da 15 pollici, che offre delle prestazioni di ottimo livello, paragonabili quasi a quelle del nuovo Pro, ad un prezzo inferiore, può essere la scelta più sicura per l’utente medio, almeno per il momento.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest