Nuovo ritardo per Mafia II



20100304mafia2-3L’attesissimo Mafia II è stato nuovamente posticipato: inizialmente previsto per luglio, il seguito del popolare gioco “alla GTA” ha subito uno slittamento al quarto trimestre fiscale del 2010, e Take-Two non ha escluso che vi possano essere ulteriori ritardi.

Quello che si sa finora del gioco è che sarà ambientato ad Empire City, città sensibilmente più grande della Lost Heaven del primo capitolo (si parla di un raddoppio delle dimensioni), tra gli anni quaranta e gli anni cinquanta. Non ritroveremo l'(anti)eroe del primo episodio, Tommy Angelo, e non vi sarà alcun collegamento a livello di trama con gli eventi accaduti a Lost Heaven (anche se è possibile che vi siano citazioni per stuzzicare gli “aficionados”).

Protagonista sarà Vito Scaletta, giovane italoamericano appena tornato dalla guerra che, affiancato talvolta dall’amico Joe Barbaro e da Henry Tomasino, sarà agli ordini di Luca per tentare la scalata nella criminalità organizzata al fine di migliorare la situazione sociale della sua famiglia.

Com’è lecito aspettarsi, rispetto al primo episodio sono stati annunciati tutta una serie di miglioramenti in linea con quelli introdotti dalle serie concorrenti (in primis GTA) in questi anni: Vito potrà quindi ascoltare la radio alla guida, guidare aeroplani (ma non motociclette, considerate incoerenti con l’ambientazione di gioco e pertanto non presenti), spendere soldi virtuali, tenersi in forma, cambiare auto ed abito; inoltre, gli eventi si articoleranno lungo il corso degli anni e saranno presenti cambi di stagione e condizioni climatiche realistiche.

Il combattimento godrà delle innovazioni alla Gears of War ormai diventate uno standard de facto, e vi sarà tra le altre la possibilità di ripararsi dietro ai muri (o a ciò che offre protezione dai proiettili); il sistema di mira sarà comunque ripreso da quello (realistico e difficile da padroneggiare) di Mafia.

Insomma, il gioco si preannuncia veramente interessante e, per chi ha amato alla follia il primo capitolo (come il sottoscritto) non resta che incrociare le dita ed aspettare trepidanti la fine del 2010!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest