Paypal, guida all’attivazione e all’uso




Paypal offre un servizio di conti online unico nel suo genere, difatti con l’ausilio di una carta di credito o prepagata e di un indirizzo email potrete inviare e ricevere pagamenti in ogni valuta e tutto questo senza dover immettere per ogni transazione dati sensibili come nome, cognome, indirizzo e numero carta di credito.

Aprire un conto Paypal è facile e gratuito, potrete farlo collegandovi a questo indirizzo Paypal, le istruzioni per completare la registrazione sono semplici e rapide da portare a termine. Una volta registrati vi sarà chiesto, senza alcun obbligo, di svolgere le operazioni di verifica del conto, io consiglio vivamente di farle, portandole a termine eliminerete molte limitazioni che col tempo potrebbero diventare fastidiose, come per esempio la soglia massima di 1500€ spesi annualmente per i conti non verificati.

Come si verifica il conto? Farlo è semplice, basta seguire le chiare istruzioni, vi sarà addebitato 1,50€ sul conto ma non preoccupatevi, non è una truffa, ve lo torneranno veramente al primo pagamento che effettuerete, l’addebito serve a registrare una transazione sull’estratto conto della vostra carta di credito o prepagata, voi così potrete riportare il codice di tale transazione nel vostro account paypal dimostrando di avere l’accesso all’estratto conto della carta di credito.

Vari tipi di conto, su paypal potrete scegliere fra tre tipi di conto:

Conto Personale, totalmente gratuito, consigliato per chi ha intenzione di usare tale servizio solo per inviare pagamenti, può comunque ricevere 2 pagamenti da terzi all’anno.

Conto Premier, totalmente gratuito, consigliato per chi ha intenzione di inviare e ricevere pagamenti, i pagamenti ricevuti vengono tassati dal 1,8% al 3,4% +0,35€.

Conto Business, deve essere affiancato da un conto corrente bancario, consigliato per le aziende, soggetto alle stesse tariffe del conto Premier sui pagamenti ricevuti.

Inviare pagamenti con i conti paypal è totalmente gratuito, mentre per ritirare il denaro ricevuto tramite le transazioni si deve pagare 1€ per cifre fino a 99,99€ mentre per cifre maggiori l’operazione è gratuita.

I conti paypal inoltre offrono una vasta gamma di servizi per le attività di e-commerce, attualmente è il migliore servizio del settore disponibile sulla rete, vivamente consigliato.

Registrati gratuitamente a PayPal e comincia subito ad accettare pagamenti con carta di credito.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • vincenzo

    Ma cosa dici… Paypal è solo un servizio che ci fa pagare CARO il servizio che quasi sicuramente capiterà che dovrà darci una volta l’anno.
    1 CHI ATTICVA UN SERVIZIO PER RICEVERE solo 2 PAGAMENTI L’ANNO?
    NATURALMENTE E’ SOLO UN SERVIZIO CHE VA’ A VANTAGGIO DI CHI COMPRA PERCHE’ HA UNA COPERTURA ASSICURATIVA, MA A DISCAPITO DI CHI VENDE OSSIA COLUI CHE RICEVE IL DENARO PERCHè GLI E’ TASSATO IN MANIERA MOLTO SALATA.

  • 1 caro Vincenzo scrivere in maiuscolo nel web equivale a urlare, quindi rispondi togliendo il caps lock, grazie.
    2 se attivi un conto premier (come quello del sottoscritto) puoi ricevere tutti i pagamenti che vuoi, e vengono tassati a meno del 4% +0,30€ ad ogni pagamento ricevuto, adesso, parlando fra noi, dove la vedi la tassazione “in maniera molto salta”? Ti ricordo che l’IVA nel nostro stato è a quota 20%, cosa sarà mai il 4% scarso?
    Comunque nell’articolo ho riportato le commissioni che trattiene paypal.

  • Citazione dall’articolo: …i pagamenti ricevuti vengono tassati dal 1,8% al 3,4% +0,35€.

Pinterest