PDF-A ora obbligatorio per l’invio alla Camera di Commercio (CCIA)



Il nuovo formato PDF-a

Il nuovo formato PDF-a

Molti avranno sentito parlare dello standard PDF (Portable Document Format). Pochi invece avranno notato il PDF/A.

Si tratta di uno standard ISO pubblicato il 1° ottobre 2005 (ISO 19005-1:2005).

Questo standard definisce un formato (PDF/A appunto) per l’archiviazione nel lungo periodo di documenti elettronici. Lo standard definisce dei requisiti ben precisi cui devono rispondere i software di lettura di questo formato. Ciò assicura la riproducibilità dei contenuti del documento in maniera esatta e fedele anche negli anni a venire!

Per fare ciò è necessario che i documenti PDF/A siano auto-contenuti, ovvero che contengano tutte le informazioni necessarie per la visualizzazione del documento stesso al loro interno: testi, immagini, grafica, caratteri, colori, informazioni, ecc.

Oltre a questa fondamentale proprietà completano la compatibilità altri elementi tra cui:

  • divieto sull’inserimento di contenuti audio e video, javascript e file eseguibili;
  • incorporazione dei caratteri senza limiti;
  • spazio dei colori specificata in modo indipendente dal dispositivo;
  • crittografia soppressa;
  • utilizzo di soli meta-data standard.

Esistono diversi software che consentono di ottenere dai vostri file dei perfetti PDF/A pronti all’invio!

E’ infatti obbligatoria la trasmissione alla camera di commercio in formato PDF/A per gli atti notarili e per tutti gli altri documenti che possano essere considerati atti.

A breve pubblicherò una guida su come poter eseguire questa conversione con software reperibili in rete.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest