Più potere alla linea elettrica: anche Linksys punta sull’HomePlug



Dovrebbe essere una novità, gli adattatori Powerline sono ormai una costante nella campo dell’informatica.

Il motivo è semplice: se lo meritano. Di tutto, per chi non lo sapesse ancora, ricordiamo che questo termine indica quelle tecnologie che permette di sfruttare gli impianti elettrici per il trasporto dei dati.

Perché dunque ricorrere a questi dispositivi?

Per evitare di impazzire nel tentativo di stendere cavi  Utp tra una stanza e l’altra, ma anche per raggiungere gli ambienti dove il wireless non riesce a penetrare e, soprattutto, per non essere soggetti alle interferenze radio che spesso assillano i dispositivi wireless.

Il kit  Plk-200 comprende una coppia di adattatori basati sulle specifiche HomePlug  AV; si tratta di una tecnologia che offre velocità teoriche di 200 Mb per secondo.

Durante i test eseguiti questi adattatori hanno registrato un through-put Tcp/ip medio di 667 Mb per secondo,un  valore di assoluto primo piano nell’ambito Powerline e di poco inferiore alle velocità raggiunte dai dispositivi wireless di ultimissima generazione.

L’aspetto più importante, però, è quello relativo alla stabilità della connessione: la banda non è soggetta alle variazioni tipiche di una connessione wireless, e si mantiene sugli stessi livelli anche all’aumentare della distanza tra i due terminali di prova.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • Pingback: diggita.it()

  • Mariangela

    …se vi sono piaciuti questi, vorrei invitarvi a prendere in consuderazione anche i nuovi PowerLine Linksys by Cisco che hanno migliorato tutte le caratteristiche dei modelli precedenti e sono anche belli esteticamente.

Pinterest