Pokemon Dash: Pokemon si, ma allenatore è meglio…



Nintendo ha voluto cambiare: essere allenatori non bastava, bisognava esssere anche pokemon. Ed eccoci qui, a impersonare un pokemon in delle corse di ogni tipo, per raggiungere tappe sparse sugli isolotti di un mondo tropicale. L’idea di base non è male, ma è evidente che Nintendo ha voluto sfruttare un pò il nome “pokèmon” per vendere qualcosina in più.

Se il gioco avesse avuto altri protagonisti non avrebbe certo venduto molto… Infatti, e ve lo dice uno che con i pokèmon ci ha giocato abbastanza, il gioco, che risulta carino a primo impatto, rischia di diventare statico e di stancare molto presto. Certo, bisogna considerare che è stato uno dei giochi di lancio del DS, o comunque uno dei primi, e pensare di conseguenza, ma resta di fatto che il gioco rimane comunque poco vario, nonostante ci si alterni ogni tanto fra piste diverse come quelle in cui si vola coi palloncini o quelle in cui ci si fa traghettare da Lapras.

20091004pokemon-dash-ds_443685

E’ stata anche introdotta la comunicazione con lo slot GBA in modo da potersi connettere ai giochi pokemon per game boy advance e portare il proprio team su pokemon dash, e questa opzione risulta davvero carina, ma nel totale,nonstante anche il simpatico multiplayer, il gioco non supera la sufficienza…

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest