Posizionamento naturale sui motori di ricerca!



Scalare le serp di Google per le keywords più competitive è molto importante per aumentare in modo sostanzioso gli accessi ad un blog specialmente se il tuo obiettivo è quello di guadagnare on line con adsense e i programmi di affiliazione.

Tuttavia vista la grande competizione che c’è ormai in ogni settore, dove si è costretti a scontrarsi con siti e blog di sempre maggior qualità, è davvero difficile riuscire ad ottenere un buon posizionamento.

Per emergere è necessario ottenere molti link alle proprie pagine, cosa sicuramente non facile, ma anche e soprattutto puntare su un posizionamento naturale.

Per far ciò non basta produrre buoni contenuti, ma occorre fare attenzione a delle piccole accortezze durante la realizzazione degli articoli di un blog che possono fare davvero la differenza.

1) Titolo

Il titolo è un elemento fondamentale dell’articolo sia per i motori che per gli utenti: deve essere descrittivo, corto e possibilmente deve includere la keyword più importante nella parte iniziale.

2) Contenuto

Il contenuto (sembrerà ovvio ma è meglio ricordarlo) deve essere assolutamente originale e ben scritto pensando prima ai lettori e poi ai motori di ricerca. Un articolo pieno zeppo di keywords buttate li solo per catturare l’attenzione degli spider non serve a nulla.

3) Lunghezza articolo

Certo delle volte capita di riuscire a posizionare articoli molto brevi in prima pagina, ma in linea di massima un articolo lungo e approfondito avrà modo di posizionarsi meglio per più keywords e, di conseguenza, porterà molti più visitatori.

Nei giorni passati ho fatto dei test su alcuni articoli di un blog che non figuravano nelle prime dieci pagine dei risultati di ricerca di Google per le keywords (mediamente competitive) di riferimento.

Ho modificato il testo approfondendo i concetti, fornendo più informazioni utili ai lettori, insomma… ho cercato di rispondere alla domanda: “Cosa vorrebbe leggere un utente quando cerca questa determinata keywords?”.

Dopo alcuni giorni gli articoli, senza bisogno di link, si sono posizionati alcuni meglio, altri peggio ma tutti comunque entro la 6° pagina (e alcune anche in  3°).

Questo in sostanza è il posizionamento naturale: offrire ai lettori quello di cui hanno bisogno.

I motori di ricerca nel prossimo futuro sapranno riconoscere sempre di più i contenuti utili da quelli che non lo sono e chi avrà puntato su un posizionamento naturale frutto di un progetto di qualità verrà inevitabilmente premiato.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • Direi che sono consiglii utili anche per scrivere su mondoionformatico! ;)

  • Grazie ;)!

Pinterest