Prima Parte del Pc super Economico



Il Pc ideale non corrisponde ad un sistema da sogno in grado di svolgere qualunque tipo di compito o applicazione, bensì è quel che riesce bilanciare al meglio le prestazioni, le funzionalità e il costo d’acquisto da svolgere in modo egregio ,ciò per cui è stato pensato. Una sistema economico diventa quindi anch’ideale quando a fronte di un costo di acquisto contenuto fornisce tutte le funzionalità e le prestazioni necessarie a eseguire le operazioni ritenute più comuni nell’utilizzo giornaliero del Pc in ambito domestico: navigazione in Internet, gestione della posta elettronica, riproduzioni di musica, video e tanto altro ancora.

Quando si dispone di un budget limitato è necessario accettare qualche compromesso: con € 500 a disposizione non è possibile acquistare prodotti di fascia alta in quanto un singolo componente può divorare facilmente l’intera somma di denaro a vostra disposizione. Come fare quindi per trovare il giusto equilibrio e acquistare in modo corretto tutto l’occorrente per assemblare un pc senza dover rinunciare troppo sul fronte delle prestazioni e della qualità? Investendo un po’ di tempo nella ricerca potete scovare prodotti con un ottimo rapporto tra prezzo d’acquisto delle prestazioni una qualità costruttiva offerta. Capire su quali componenti conviene risparmiare è un passo fondamentale perché vi permetterà di conservare qualche euro da investire nei componenti chiave della configurazione. I grandi produttori di componenti dispongono spesso di  marchi secondari con i quali commercializzano linee di prodotti economici, ma caratterizzati da una qualità costruttiva che nella maggior parte dei casi risulta superiore a quella di prodotti sconosciuti.

I componenti del Pci economico ideale.

                Telaio.

Il telaio è uno dei componenti su cui si può facilmente risparmiare senza dover rinunciare a qualcosa sul fronte delle prestazioni. Con poche decine di euro sono infatti disponibili modelli di qualità discreta, ma sprovvisti del alimentatore. Pensate in anticipo a quante periferiche dovranno trovare posto all’interno del telaio, così da non trovarvi a corto di spazio se avete in mente di fare un aggiornamento. Preferite modelli che dispongono di ventole supplementari o che sono predisposte per la loro installazione così da poter migliorare il raffreddamento interno in caso di necessità. Il pannello frontale è senza dubbio utile e vale la pena spendere qualche euro in più per acquistare un modello che manterrà la  configurazione base. Nella sezione dei modelli date maggiore importanza alla qualità dei materiali e alla solidità costruttiva rispetto al fattore estetico: sebbene sia solo un contenitore il telaio deve resistere al tempo.

Processore e dissipatore.

La CPU rappresenta uno dei componenti più costosi dell’intera configurazione. Non commettete l’errore di acquistare un modello obsoleto che offre prestazioni troppo basse onde evitare di ridurre in modo drastico le prestazioni del vostro sistema, anche se alcune funzioni sono accelerate da altri componenti del sistema. Un modello dual core con una buona frequenza operativa sarà in grado di sostenere le prestazioni anche nel medio periodo.AMD e Intel offrono numerosi chip  di fascia economica che prevedono anche il dissipatore. Se siete abbastanza esperti potete recarvi su quei modelli che garantiscono alte percentuali di successo, così da ottenere prestazioni di classe superiore al costo di una chip più economica.

                 Chipset.

Per risparmiare non dovete rinunciare alla novità e quindi orientarvi all’acquisto di hardware datato. Il chip set è infatti di importanza fondamentale in quanto una configurazione seppur economica non deve essere blindata, ma anzi il più aperta possibile all’eventuale aggiunta di hardware che può diventare necessario nel corso del tempo. Optate quindi per chip set con grafica integrata, ma che supportano anche la giunta di una scheda discreta. La scheda madre deve sopportare le CPU di recente produzione, mentre le funzionalità integrate devono permettere di sfruttare al meglio tutte le periferiche e le interfacce di ultima generazione.

                Scheda grafica.

Senza dubbio la gpu di partenza deve essere di tipo integrato, ma di generazione recente. Se non prevedete di aggiunger al sistema una scheda grafica di tipo discreto in breve tempo, verificate che quelle integrata disponga da supporto alle librerie directx 10 di Microsoft e che integri un motore di accelerazione per la decodifica video.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest