Proteggere la propria email sui siti internet



giovdi-200906132-immagine-1

Al giorno d’oggi, tutti riceviamo almeno 1 email di spam al giorno… ma forse alcuni piccoli accorgimenti ci permetteranno di evitare di cadere ulteriormente nella trappola degli spambot e fare in modo che la nostra casella di posta non diventi piena di spam.

Gli spambot, sono programmi che individuano gli indirizzi all’interno dei siti web e li inseriscono in liste affidate ad altri programmi che mandano pubblicità a tutta carica. Questi programmi, per quanto possano disturbare la quiete di una persona tranquilla, possono essere fregati con questi trucchi, ma una volta dentro la lista, non c’è via di scampo.

Registrarsi o lasciare un commento su un sito web

La maggior parte dei siti web richiede, quando ci si registra o si rilascia un commento per un articolo, di inserire il proprio indirizzo email. Pubblicare anche un solo link per contattarci può essere fatale.

Ci sono due cose da verificare, vedendo altri commenti e profili: non deve essere possibile selezionare la @ degli indirizzi e non deve essere possibile inviare email dirette. Alcuni siti, come ad esempio Facebook, permettono la divulgazione del proprio indirizzo di posta in formato testo e quindi ne permettono la selezione, ma se il profilo è pubblico… Per email dirette, invece, si intende il “click e invia”: quando si clicca sul link si apre il programma di posta elettronica con la casella “A:” già compilata.

Se proprio si intende registrarsi su siti che non rispettano questi due punti sopra citati, utilizzare una email temporanea (vedi sotto) oppure un indirizzo diverso da quello utilizzato principalmente.

giovdi-200906132-immagine-2

Pubblicare l’immagine del indirizzo email

Nei siti di annunci, o in qualunque altro sito sia indispensabile lasciare un recapito, inserire un’email è fondamentale per essere contattati in qualsiasi momento.

In questi casi è possibile, se non lo fa in automatico il sito, inserire un’immagine del proprio indirizzo email senza linkarla (ovvero senza il “click e invia già spiegato). Tra i siti che permettono questa operazione, viene segnalato E-mail icon generator in cui è possibile realizzare sia un’immagine con i provider più comuni (live, hotmail, gmail, yahoo, ecc.), sia personalizzare il dominio cliccando su “Provider not available?”

Un esempio del servizio è disponibile nell’immagine di seguito:

giovdi-200906132-immagine-3

Lo stesso discorso vale durante la creazione di un sito web, nella sezione “Contattaci”. E’ possibile utilizzare lo stesso servizio per creare l’immagine, ma evitiamo di inserire il link al “mailto:”, altrimenti si è punto e a capo. Meglio lasciar scrivere l’indirizzo all’utente che ricevere 400 messaggi di spam al giorno, no?

Email temporanee

Come già anticipato, è possibile anche creare delle email temporanee per quei siti che non si è certi dell’uso che fanno del nostro indirizzo di posta. Queste caselle permettono la creazione di una casella ad hoc che viene cancellata se non utilizzata per un certo tempo che può andare da 15 minuti fino anche a 1 anno.

Questa casella, scaduto il tempo, viene cancellata e non lascia tracce, quindi il nostro indirizzo di posta è al sicuro. E’ possibile anche prolungarne la durata di validità, semplicemente cliccando su “Prolunga validità” o simile (dipende dal servizio).

Esistono centinaia di siti che offrono questo servizio, basta cercare su Google “Email temporanee” e vedere la sfilza di risultati…

In conclusione, controllare dove si inserisce il proprio indirizzo email è molto importante. Fai sempre in modo che gli spammers non abbiano il tuo!

(immagini sxc.hu)

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • Comunque in ogni caso da più tempo hai un’email è più è lo spam che ricevi.

  • nuova net irc irc.softwarez.it
    che comprende #softwarez #BrAnCoDiVx #kicercatrova

Pinterest