Qual’è il browser migliore?



In questo articolo voglio fare un’analisi semplice tra i vari browser, per dare delle linee guida senza articoli mastodontici.

I browser attuali, in fondo, sono molto validi, le differenze dipendono più che altro dall’utilizzo che ne facciamo, da quali siti vogliamo visitare eccetera.

Ci sono quindi diversi punti da considerare:

Velocità

– Installazione

– Personalizzazione e funzioni (supporto Javascript ecc.)

– Sicurezza

– Memoria Occupata (dato spesso trascurato).

Ho fatto diverse prove e letto diverse opinioni, e quello che viene fuori, naturalmente, è che ognuno ha il suo preferito, a volte proprio perchè non se ne è staccato e non ha nemmeno provato gli altri. Ma è comprensibile. Soprattutto per persone non molto curiose o meno esperte, che magari hanno una buona connessione internet (quindi generalmente NON in Italia :) e non esagerano in quanto a esigenze.

Vediamo di fare una breve classifica e argomentazione sulle verie categorie.

Ne prendiamo 4, i più famosi e usati, e aggiungerò solo alla fine i più piccoli, perchè penso che puntare a uno “grosso” possa far migliorare anche gli altri, perchè lo spostamento di utenza diventerebbe veramente rilevante.

Quindi vedremo Internet Explorer, il vecchio amico.

Firefox, il furbetto geniale con la complicità (e non solo) della grande G, google, che però, stanca di finanziarlo ma non averne il controllo, ne ha creato uno tutto suo, che a me piace molto (Chrome – ne parleremo un pò).

Safari, il gioiellino della Apple, ora anche su Windows.

Opera, il quarto incomodo, finalmente gratuito.

Prima cosa da dire, ora tutti supportano la visualizzazione a schede, quindi senza necessità, come Internet Explorer prima della versione 7, di aprire tante applicazioni quanti sono i siti aperti. Addirittura Opera ha questa funzione dal 1994. Ma era a pagamento. Diciamo che comunque Internet Explorer non è proprio proprio “gratis”, anzi. Ma diamogliela buona.

Dunque, la velocità.

Ecco, qui in realtà dipende molto dal tipo di sito, dalla macchina su cui gira e da come gira alla connessione. Nonchè dalla versione del browser. Cerco di paragonarli in generale, e a meno di sostanziose novità future il discorso non dovrà discostarsi di molto.

Ma diciamolo subito. Safari batte tutti, non c’è niente da fare. Molto più veloce degli altri. Poi vengono Firefox (in molti casi preceduto dal “cugino” Chrome), Opera e Internet Explorer, che paga dazio a pecche nel supporto Javascript, altrimenti si avvicina un pò di più, ma resta ultimo..

Occhio però alla velocità di apertura, non uguale a quella di navigazione. Qui il discorso cambia, e Opera conquista il primo posto,  seguito a ruota da Firefox e Internet Explorer, e Safari è addirittura ultimo, con circa 5-6- secondi (Opera ne vuole solo 2).

L’installazione è pressochè identica e semplice per i browser scaricabili, quali Firefox (Chrome), Opera e Safari, la solita installazione “avanti, avanti, scegli percorso, custom/standard, fine”. Per Internet Explorer, viene gestita direttamente da Windows, è possibile scaricare l’ultima versione da Windows Update direttamente dal Pannello di Controllo, con annesso riavvio del sistema.

Nella personalizzazione stravince Firefox, con migliaia di aggiunte, alcune non utilissime, ma molte veramente ottime, scaricabili velocemente e immediatamente funzionanti (Chrome ha la stessa funzione, ma la qualità delle aggiunte è ancora molto bassa).

Gli altri sono nella media, escluso Internet Explorer che non lascia molta libertà, e ha mostrato molti problemi nel supporto Javascript e CSS, difatti è ultimo anche nella compatibilità.

Appunto nella compatibilità e supporto la vetta se la giocano Safari e Opera, che staccano di un pelo Firefox. Il caricamento nei primi due di CSS e Javascript è velocissimo, nell’ordine di 200-300 millisecondi.

Sulla sicurezza, non siamo messi male. Sono stati fatti grossi miglioramenti in tutti i casi, e non è facile decretare un vincitore. Sicuramente le ultime versioni di Internet Explorer, che in passato avevano qualche problema come del resto Windows, sono molto più sicure.

Firefox punta molto sulla sicurezza e ha fatto enormi passi in avanti, c’erano stati problemi e qualche falla ma piano piano è diventato un ottimo browser. Safari e Opera, che non vengono spesso citati in questo caso, sono anch’essi molto sicuri ed è stato fatto un gran lavoro su questo punto.

Qui spesso siamo quasi in parità, Firefox ha il vantaggio della personalizzazione, ma volendo fare una classifica, dal mio punto di vista la metto così:

Internet Explorer voto 8,5

Opera voto 8,2

Safari voto 8,7

Firefox voto 8,3

(preciso che questa valutazione è valida solo per il capitolo sicurezza)

Ok, capitolo finale, ma importante. La memoria occupata. Il fatto che sia stata implementata la visualizzazione a schede in Internet Explorer ha migliorato l’utilizzo, ma se andiamo a vedere nei processi, ci accorgiamo di alcune cose.

Aprendo una sola scheda, Internet Explorer occupa meno memoria di Firefox. Non ve l’aspettavate, vero? Ma provate ad aprire più schede, ecco il tranello. Vedrete che la memoria occupata da Firefox aumenta, ma non di molto, con un solo processo aperto, mentre Internet Explorer addirittura apre un processo per ogni scheda che aprite dal browser, quindi si arriva a creare facilmente, con 3 schede aperte, una differenza ad esempio di 70 MB con Firefox, contro i 120 MB usati da Internet Explorer sommando i 3 processi aperti.

Quindi Firefox diventa più leggero, se, come penso la maggior parte di noi fa, vengono aperte più schede. Con una sola scheda, vince a sorpresa proprio Internet Explorer che batte tutti.

Safari e Opera si posizionano ultimi con una scheda aperta, ma all’aumentare stanno dietro a Firefox (di molto) e appena prima di Internet Explorer.

Ci fermiamo qui.

Questa è un’analisi generale che può variare di molto a seconda degli strumenti usati, ma in generale si avvicina il più possibile all’utilizzo standard di ognuno di noi.

Bocciato Internet Explorer, quasi sempre ultimo. Premiati gli altri 3, che a ruota mostrano di essere i migliori in particolari campi.

Ottima velocità per Safari, ottimo il lavoro svolto per Firefox e Opera, molto migliorati.

Grande personalizzazione per Firefox, forse il migliore vista la diffusione e la semplicità.

Valutazione generale:

Safari: 9

Firefox: 8,6

Opera: 8,2

Internet Explorer: 7

Stiamo però attenti a Chrome, perchè Google è abituata a stupirci. E se questa versione non è perfetta, le prossime potranno dare del gran filo da torcere ai concorrenti.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • streaming-informatica

    Safari va bene solo se hai un computer super-veloce..con un normale windows XP ti crepa il computer.

Pinterest