Quanto rendono gli Smartphone (quanto costano lo sappiamo) ?



iPhone 3G SLa telefonia mobile  sicuramente è uno dei mercati in costante crescita ed aggiornamento, dove le novità si susseguono giornalmente e quindi gli utenti, per essere al passo con i tempi, devono comprare sempre nuovi e più completi dispositivi (chiamarli telefoni o cellulari sta diventando molto riduttivo).
Ma nell’ambito della telefonia esistono molti settori, dai telefoni semplici con poche funzionalità agli smartphone che sempre più sono computer palmari ricchi di funzionalità.
Ormai sulla fascia bassa di prodotti, cioè il cellulare con poche funzionalità come una macchina fotografica di bassa qualità o il bluetooth o radio e lettore MP3, i margini di ricavo dei produttori si sono ridotti all’osso (infatti troviamo molti cellulari di questo tipo a prezzi sempre più stracciati).
Invece sulla fascia alta costituita da smartphone dotati di molte funzionalità (come macchina fotografica di alta qualità, GPS, multi banda, connettività internet completa) qui i ricavi dei produttori sono molto più significativi.

Per capire questo basta e confrontare i ricavi dei produttori di cellulari (potete leggere l’articolo originale dal sito del Wall Street Journal ).

L’esempio più eclatante è costituito da Apple (con iPhone) e RIM (con Blackberry) che vendono assieme circa il 3% dei device nel mondo, ma incamerano circa il 35% dei ricavi complessivi e per loro in futuro si prevede rosa con una quota di mercato al 5% e ricavi al 58%.

Quindi il futuro della telefonia mobile sarà sempre più diretto alla produzione di dispositivi ad alta complessità con maggiori funzionalità integrate ma, d’altra parte, anche molto costosi (e, aggiungo, non sempre sfruttate completamente).

alberto bellina (abspace.it)

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • mi piace quel “non sempre sfruttate completamente” finale, infatti molti lo comprano solo per stare al passo con la moda o per la musica, invece che per il lavoro.

Pinterest