Questione di… carattere



fontfamosiOrmai è un dato di fatto: nel Web del terzo millennio un ruolo assolutamente determinante viene svolto dalla grafica, considerata l’abito di ogni pagina, l’elemento in grado di donare al testo spessore, risalto e anche un certo fascino. Ma l’elemento imprescindibile del design è anche il carattere, quello che nel gergo specialistico viene chiamato “font”. Il font influenza profondamente il nostro modo di percepire un testo, trasmettendo impressioni e stati d’animo, e contribuendo a creare il cosiddetto “look &feel” di un sito. E’ proprio come il vestito che indossiamo: comunica qualcosa della nostra personalità, rivelando uno spirito riservato o esuberante, sportivo o sedentario. Il visitatore, quindi, percepisce subito l’atmosfera del sito anche attraverso la scelta dei Font. Se il contenuto della vostra pagina Web è determinante, dovete ricorrere a un font che ne renda piacevole la lettura. Potete quindi optare per un carattere chiaro e luminoso come Verdana, spiritoso e disinvolto come il Comic Sans, frivolo come il Trebuchet o severo come l’ Arial. Non c’è che l’imbarazzo della scelta, purchè si rimanga nell’ambito dei caratteri standard istallati nei browser più diffusi.

Un altro consiglio: oltre agli aspetti psicologici e comunicativi, la scelta dei font va compiuta anche in funzione della leggibilità, evitando sforzi visivi al visitatore e invitando lo sguardo a scorrere il contenuto. E si sa, lo schermo è diverso dalla carta: si perpepisce soprattutto l’impatto generale, si legge con più difficoltà, si resiste meno a lungo. Quindi è importante non utilizzare ad ogni costo il carattere che trovate irresistibile, bensì usatelo solo se si “sposa” bene con il vostro testo e con i vostri obiettivi.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • verdana o arial the best! ;-)

Pinterest