Recensione approfondita Nokia Lumia 920



Passato quasi un anno dalla recensione del primo telefono Nokia con sistema operativo Windows, assistiamo ora alla seconda generazione di smartphone capitanata dal Lumia 920. Già dal Lumia 800, Nokia ha assunto un ruolo molto importante nel migliorare la propria posizione nell’affollata (ma redditizia) battaglia degli smartphone.

Sebbene possa condividere i riflettori col nuovo HTC 8X, la sua lastra di bicarbonato squadrata ha raccolto diversi ammiratori; nessun dubbio poi che gran parte di questi stiano bramando la tecnologia di imaging PureView.

Il Lumia 920 ha dominato la presentazione Nokia all’evento Microsoft per la presentazione del sistema operativo Windows Phone 8. Possiede uno schermo 1280×768, 4.5 pollici alto contrasto IPS, solita qualità costruttiva e molti degli esclusivi software Nokia. Stavolta, almeno per ciò che riguarda alcuni specifici hardware, la compagnia punta a mettere il suo prodotto di punta sullo stesso piano del Galaxy S III e dell’iPhone 5.

Non ci sono dubbi: Nokia ha realizzato uno smartphone notevole. Mentre altri produttori superano i limiti per ciò che riguarda la leggerezza dei materiali e delle strutture, il prodotto è notevolmente più grande e pesante rispetto a quasi tutti i recenti telefoni in commercio. Se paragonato all’HTC 8X, quest’ultimo grazie agli spigoli arrotondati è più maneggiabile rispetto al Lumia. Nonostante le dimensioni dello schermo più grandi la navigazione con una sola mano è del tutto possibile. Fortunatamente Nokia, prendendo spunto dalle lementele ricevute per ciò che riguarda la progettazione hardware del modello precedente, ha fatto si che lo schermo curvi all’interno della struttura del telefono e non sporga goffamente come sul Lumia 900.

Molto apprezzati i piccoli dettagli come i micro-fori per gli altoparlanti praticati alla base. La leggera curvatura della parte posteriore rendono questo telefono più facile da impugnare rispetto ai suoi predecessori. Vi è inoltre una finitura più scura nella fotocamera posteriore e i pulsanti (in ceramica, quindi meno soggetti a graffi) sono allineati sul bordo destro. Lungo il bordo superiore, è possibile trovare la fessura per la micro-SIM e alcuni minuscoli fori che collegano al microfono secondario e alle cuffie. Il bordo inferiore offre un accesso immediato alla porta micro-USB e i già citati fori per gli altoparlanti.

Nokia ha inoltre installato un sensore per la ricarica senza contatto. La batteria non rimovibile ha il compito di alimentare un dual-core Snapdragon S4, insieme a 1GB di RAM e ai generosi 32GB di memoria.

Lo schermo a 4.5 pollici, 1280×768 è intitolato PureMotion HD+ e permette alle immagini di apparire superbamente nitide; inoltre la nuova tecnologia migliora la risposta di transizione dello schermo. Le prestazioni all’aperto costituiscono il vero punto di forza del Lumia 920: la miglior composizione di contrasto, luminosità e colore comportano una maggiore facilità di guadare foto e siti web sotto le luci brillanti. La superficie dello schermo è molto resistente grazie alla protezione offerta dal rivestimento di Gorilla Glass.

La fotocamera a 8-magapixel e il ritorno del marchio PureView, permettono superbe performance anche in condizioni di scarsa luminosità, cattura video a 1080p e garantiscono, sia nel caso delle foto che dei video, una stabilizzazione ottica delle immagini. Tuttavia Nokia sembra limitata: caricando l’applicazione della fotocamera si viene accolti da un’interfaccia per macchina fotografica familiare, semplice ma un pò scarsa. Nokia ha cercato di fare ammenda aggiungendo funzionalità in più come il Lens system del Windows Phone 8.

Il Lumia ha qualche difficoltà a dosare le scene che abbiamo presentato; spesso infatti è necessario scegliere tra acquisizione di un orizzonte dettagliato o un soggetto ben illuminato. Gli artefatti di rumore sono bassi e le dimensioni dei file suggeriscono che Nokia non ha compresso bene.

Nokia Maps è un’applicazione superba, inoltre Internet Explorer 10 è rapido e appare nitido sullo schermo ad alta risposta PureDisplay. I Tiles Live sono facili da capire e regolare, e tutto è organizzato in maniera sensibile. Tuttavia alcuni problemi rimangono ancora: il lungo tempo di aggiornamento per le applicazioni come Twitter e Facebook, la leggerezza dell’integrazioni Google e il divario stridente nella selezione delle applicazioni. Rimangono ancora assenti Dropbox, Instagram e Flipboard.

La selezione di gioco, nonostante la connessione Xbox Live, sembra piena di titoli di un tempo e non da ai giocatori abbastanza soddisfazioni da tenerli lontani dalle delizie offerte da iOS e Android.

Nokia Music continua ad espandere la propria offerta musicale, nonostante la concorrenza. L’applicazione supporta ora il suono Dolby e ha il proprio sistema di equalizzatore, abbiamo inoltre la possibilità di acquistare i biglietti dei concerti.

Il Lumia 920 possiede un processore a 1.5GHz Snapdragon S4, ciò significa che è capace di lavorare con contenuti densi di siti web e generare diversi giochi. Vale anche la pena considerare che il Lumia 920 ha una più grande e alta risoluzione dello schermo. Inoltre, la durata della batteria è migliore rispetto ad altri modelli, tuttavia la carica senza contatto è più lenta.

Nokia offre il miglior hardware per l’interazione con Windows Phone; si è inoltre spinta in avanti per quanto riguarda l’hardware dello schermo, superando la visibilità esterna del Lumia 900, ha inoltre aggiunto modifiche di colore e contrasto grazie a un nuovo sensore di luce ambientale. Nokia può dunque vantare uno smartphone innovativo che tuttavia possiede dei buchi nella selezione delle applicazioni che hanno bisogno di essere colmati.

Via | Engadget

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest