RECENSIONE: CALL OF DUTY: World at War .



L’ultimo episodio della longeva serie Call of Duty riporta I giocatori a partecipare alla più grande carneficina della storia (LA SECONDA GUERRA MONDIALE).

Dopo un inaspettato e spettacolare passaggio alle tattiche di guerra moderne ,che hanno caratterizzato l’ultimo ,eccezionale gioco della serie Callo f Duty , il nuovo World at War riporta il giocatore nelle ambientazioni classiche della serie , con un campagna single player che porterà a vivere alcune delle battaglie più cruente del conflitto ,come la riscossa della Armata Rossa che respinse l’avanzata nazista fino a spingersi nel cuore del territorio tedesco .

call-of-duty-5-world-at-war-is-detailed-2.jpg

Tecnicamente World at War è spettacolare almeno quanto il predecessore, senza però aggiungere molto dal punto di vista grafico alle vette raggiunte dal capitolo precedente , anche dal punto di vista dei meccanismi di gioco ,si rimane ben ancorati alla tradizione : le tattiche di gioco non offrono particolari novità , mentre nella dotazione di armi utilizzabili si segnala la possibilità di combattere con la baionetta e di usare una delle armi più devastanti del secondo conflitto mondiale per le battaglie di fanterie il lanciafiamme . Le ambientazioni sono curate e dettagliate , come è lecito attendersi da un titolo della serie Call of Duty , mentre la progressione della campagna , che alterna continuamente l’ambientazione  europea e asiatica , si dipana in un crescendo emozionale ben sottolineato degli intermezzi cinematici e della caratterizzazione dei personaggi .

30482_normal.jpg

Il gioco multiplayer raggiunge livelli di assoluta eccellenza ,mettendo a disposizione del giocatore una delle molti possibilità, tra cui la possibilità di giocare cooperativamente   l’intera campagna presente nel gioco , e offrendo un sistema di punti e bonus complesso e intrigante , che permette di ottenere personalizzazioni e vantaggi unici , per poter in qualche modo disporre di abilità speciali , da utilizzare per poter ancora rendere più efficace la propria tattica di gioco .

Durante le pause dedicate ai caricamenti , il gioco mostra immagini di repertorio e moltissimi dati che smorzano sul nascere le eventuali tendenze supereroistiche dei giocatori , ricordando loro quale mostruso orrore sia stata la Seconda Guerra Mondiale .

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest