Recensione del Panasonic Eluga dL1



Anche se il mondo degli smartphone è sicuramente alquanto affollato, c’è sempre spazio per nuovi prodotti che possono fare bene e distinguersi rispetto alla concorrenza. Ecco perché la Panasonic ha realizzato uno smartphone destinato al grande pubblico, di fascia media: l’Eluga dL1.

Dalle prime immagini si nota come si tratti di uno smartphone abbastanza piacevole da vedere, con gli spigoli arrotondati sulla parte posteriore che ne potrebbero facilitare la presa. Nella parte alta del telefono c’è lo spazio per una micro USB, per il jack delle cuffie e per la MicroSim. Manca purtroppo la possibilità di ampliare la memoria interna, di 8GB con delle MicroSD. Una mancanza che potrebbe pesare sugli effettivi risultati di vendita.

Rimanendo ancora nel lato hardware del telefono, vediamo una memoria RAM da 1GB e un processore dual core da 1GHZ. Lo schermo ha una risoluzione di 960 x 540 pixel.

La fotocamera sul retro è da 8 megapixel, permette di scattare delle buone fotografie e si attesta all’incirca sulla media del mercato.

Dal punto di vista software, invece, potrebbero essere in molti a rimanere dubbiosi della scelta fatta dall’azienda di dotare il telefono di Android Gingerbread piuttosto che dell’ultima versione del sistema operativo, Ice Cream Sandwich. Si tratta di una scelta decisamente discutibile, considerando che da oltre 6 mesi l’utima versione del sistema operativo di Google è in circolazione. Per questo motivo, gli utenti hanno a disposizione l’Android Market per poter scaricare le app invece che il Google Play.

In conclusione possiamo dire che il Panasonic Eluga dL1 è un telefono per chi non ha troppe pretese. Certo, si poteva anche fare di meglio, soprattutto dal punto di vista software, a questo punto non ci resta che attendere se la Panasoni deciderà di rilasciare un aggiornamento OS o meno per i suoi utenti.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest