Recensione del Samsung Galaxy SII



Il Samsung Galaxy S II è al momento l’ultimo smartphone della serie Galaxy disponibile sul mercato. A breve dovrebbe andare in vendita il nuovissimo Galaxy SIII, ma questo non vuol dire che l’SII diverrà da scartare, al contrario. Dato che molto probabilmente ci sarà un calo nel prezzo del dispositivo, potrebbe essere il momento giusto per poter avere uno smartphone di fascia alta ad un costo più accessibile.

Ci sono diversi motivi per cui il Samsung Galaxy SII ha avuto così tanto successo con gli utenti. Ha un design superbo e una qualità assolutamente spettacolare, delle specifiche tecniche che lo fanno rientrare, come detto, tra i telefoni di fascia alta, e il background creato dal suo predecessore, il Samsung Galaxy S, la cui fama ne ha sicuramente contribuito ad aumentare le vendite.

Lo schermo dell’SII è da 4.3 pollici, SuperAMOLED Plus, con una risoluzione di 640 x 960 pixel. La tecnologia AMOLED permette in maniera particolare di vedere dei video fantastici. Il processore da 1.2GHz dual core ARM Cortex A9 è un’ottima soluzione per dare a questo telefono una velocità da primo della classe. Il Samsung Galaxy S II è stato inoltre uno dei primi telefoni ad avere un processore dual-core.

La memoria interna è da 16GB, espandibile grazie alla scheda di memoria microSD. L’HDMI è pienamente supportato, anche se non c’è lo slot di espansione dedicato, ma la connessione avviene tramite lo slot microUSB e c’è bisogno di acquistare il cavo apposito. La presenza dell’HSDPA permette al Samsung Galaxy SII di gestire i download ad una velocità massima impressionante, pari a 21Mbps.

Grazie al sistema operativo Android e una buona scelta di widget, molti dei quali ridimensionabili, il Samsung Galaxy SII si presta ad un elevato livello di personalizzazione. Un telefono che si rivela un’ottima scelta, anche oggi che siamo in attesa dell’SIII.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest