Recensione del tablet Toshiba AT300



Il mondo dei tablet è senza dubbio dominato dall’iPad di Apple, ma questo non significa che non ci siano delle alternative che rimangono in ogni caso interessanti. Stiamo parlando dell’AT300 della Toshiba, tablet powered by Android, con il quale l’azienda spera di colpire gli utenti grazie ad un design elegante, al processore quad-core e all’ultima versione del sistema operativo di Google, Ice Cream Sandwich.

Con un prezzo di partenza inferiore a quello dell’iPad, potrebbe essere una buona alternativa al tablet di Apple. La versione da 16Gb ha un prezzo di circa 350 euro, mentre quella da 32Gb ha un prezzo di circa 400 euro.

Con un spessore di 8,95 millimetri, l’AT300 è leggermente più sottile dell’iPad. Relativamene all’aspetto fotocamera, ne ha una da 2 megapixel sul fronte, per le videochiamate, mentre ne ha una da 5 megapixel sul retro. Lo schermo da 10.1 pollici dà una risoluzione di 1280 x800 pixel, assolutamente non in grado di competere con l’iPad di Apple, che dà una risoluzione di 2.048 x1.536 pixel con display retina, ma si tratta di una risoluzione superiore alla maggior parte dei tablet Android.

Il processore è un Nvidia Tegra 3, quad-core, che vanta delle prestazioni particolarmente buone con la grafica 3D. Il tablet Toshiba ti permette dunque di riprodurre contenuti ad alta definizione, oltre che di collegarsi alla TV senza alcun problema.

Come abbiamo detto, il sistema operativo è Android 4.0 , Ice Cream Sandwich, una scelta che sicuramente è positiva. Sarà dunque possibile avere le schermate del sistema operativo piene di widget e di applicazioni, oltre a poter usare le tantissime applicazioni che si trovano nel Google Play.

Il conclusione possiamo dire che l’AT300 di Toshiba migliora il “vecchio” AT200, presentando un design migliore, un processore più potente e l’ultima versione di Android. E’ inoltre più conveniente che l’iPad, quindi se amate Android e non volete scendere a compromessi sulla potenza, questa potrebbe essere una buona opzione.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest