Recensione iPod Nano 2012



L’iPod è stato uno dei prodotti della Apple che ha avuto maggiore successo ed è quello che ha subito più modifiche nel corso degli anni andando a collezionare incredibili caratteristiche che convogliano in ciò che oggi è conosciuto come iPod Nano del 2012.

L’iPod nano gode di un desing totalmente innotavivo: il display widescreen è di 2.5 pollici (più ampio rispetto ai modelli precedenti) e gode della tecnologia touch ed il consueto tasto di Home Page caratteristico del sistema operativo iOS, presente in tutti i prodotti della Apple.
Le dimensioni sono diminuite e l’iPod Nano si presenta con il 38% in meno di spessore rispetto al suo predecessore con soli 5.4 millimetri. L’azienda di Cupertino, avendo dovuto diminuire le dimensioni del loro nuovo prodotto, hanno risolto la questione dei tasti inserendone un unico che permette di abbassare o alzare il volume, regolare l’avanzamento della canzone.

Naturalmente sarà possibile visualizzare i video sull’iPod Nano ma ciò non influenzerà le prestazioni della batteria, la quale è stata potenziata rispetto ai modelli precedenti (capacità di 220mAh, di gran lunga maggiore della capacità dei modelli precedenti) ed il connettore Lightning permette di sincronizzare i dati presenti sull’iPod e di ricaricarlo. Il connettore è diventato più piccolo e “double face”; sarà possibile utilizzare i vecchi connettori iPod anche sulle nuove e future generazioni di iPod acquistando l’adattore del costo di circa trenta euro.

La novità assoluta della nuova generazione di iPod sarà il collegamento Bluetooth Broadcom, la radio FM e l’inserimento dell’applicazione della Nike (il podometro) per l’esercizio fisico. Il Bluetooth è utile se si desidera connettere il proprio iPod a casse o a cuffie che dispongono di Bluetooth, andando ad eliminare i cavi ingombranti. Molti acquirenti della Apple aspettavano da lungo tempo l’inserimento della radio all’interno dell’iPod e finalmente ne sono saranno soddisfatti, soprattutto se si pensa che è possibile mettere in pausa il programma che si sta ascoltando alla radio e tornare indietro nell’ascolto fino a 15 minuti indietro della trasmissione radiofonica che si stava ascoltando.
L’Apple ha deciso di commercializzare esclusivamente il modello da 16 GB e non quello da 32 GB; il motivo di tale scelta è sconosciuto anche perchè sono sempre stati venduti in buon numero anche gli iPod di 32 GB.

Secondo la Apple, il nuovo iPod nano sarà ancora di più “nanizzato” anche se l’aumento delle dimensioni dello schermo distolgono l’attenzione dalle misure di spessore che sono state ridotte. Il desing generale risulta arrotondato, così come le icone delle applicazioni. Secondo gli esperti, sul nuovo iPod saranno più difficili le riparazioni perchè la batteria, il controllo del volume ed il connettore Lightning sono indivisibili dalla scheda logica e la batteria è saldata al retro del display.
Le cuffie sono state completamente ridisegnate per potersi adattare completamente all’orecchio ed esaltare il suono.

L’iPod 2012 è distribuito in sette diversi colori al prezzo di circa 149 dollari cioè 179 euro; il costo non è incrementato rispetto alle precedenti generazioni nell’ordine di idee della politica di prezzo utilizzata della Apple, secondo cui i prezzi dei suoi prodotti non devono essere aumentati. La passione esplosa per il lancio del nuovo Smart Phone sicuramente investirà anche l’iPod Nano che di certo è lo strumento più utilizzato al mondo per ascoltare la musica.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest