Recensione Microsoft Surface



L’attesa per l’uscita pubblica del Microsoft Surface è stata molta ed è grande il numero di persone che intende appurare di persona se questo nuovo dispositivo targato Microsoft può effettivamente competere con l’iPad Apple. La sfida è ardua ma le premesse sono buone.

Annunciato a Giugno, il nuovissimo tablet montante SO Windows ha visto la luce il 26 Ottobre nei paesi coinvolti con la prima tornata di spedizioni da parte dell’azienda di Redmond. Cos’ha di speciale questo tablet che possa cercare di impressionare la fetta di mercato che ormai l’iPad domina da un paio di anni? Vediamo insieme la caratteristiche del Surface, tenendo conto che ne usciranno due versioni: una basata su processori ARM ed una su processori Intel.

Per la prima versione citata avremo in particolare: un processore Quad-Core Nvidia Tegra T30 (ARM Based), 2 Gb di Ram, Windows RT, doppia fotocamera 720p HD ed uno storage da 32 o 64 Gb.
Il secondo modello – che sarà messo in vendita solo 3 mesi dopo l’uscita del primo – invece presenterà in esclusiva: un processore Intel Core i5 (3°generazione – Ivy Brydge), 4 Gb di Ram, Windows 8 ed uno storace da 64 o 128 Gb.

Le caratteristiche comuni a tutti e due i modelli sono le seguenti: display ClearType HD da 10.6 pollici, TouchCover, Bluetooth 4.0, Wi-Fi (802.11a/b/g/n) e l’ormai famoso KickStand.
Non male se si pensa che il tutto è racchiuso in 676g di peso ed uno spessore di 9,3mm (903g e 13,5mm per il Surface più performante). La qualità dei materiali è ottima e sembra garantire robustezza e durata.

Un po’ di dubbi si hanno sulla riuscita del sistema di raffreddamento, soprattutto sul modello montante il processore Intel – l’i5 scalda un po’ – dovrà essere impeccabile per garantire una buona usabilità senza ustionarsi il palmo della mano.
Problemi di spazio di archiviazione non si avranno, si parte da un minimo di 32Gb come potete vedere e non sono facili da riempire se non con un uso quotidiano e non solo per divertimento.

L’introduzione della nuova touch cover con tastiera incorporata è un eccellente novità. Permettere di utilizzare il tablet a mo’ di notebook senza ulteriori accessori, se non la stessa cover che lo protegge, risulterà davvero comodo a mio parere. Certo è inutile negare che questa trovata della Microsoft ricordi molto la smart cover Apple, diciamo che hanno cercato di prendere un idea e migliorarla. Resta solo da confermarlo con il primo hand-on.

Il kickstand aiuterà la causa e permetterà anche di potersi godere film sul grande display da oltre 10″ senza dover per forza reggere il dispositivo con le mani etc. Bisogna trattarlo con cura però, essendo incluso nel corpo del tablet, una sua rottura risulterebbe a maggior ragione antiestetica.

Il nuovo Microsoft Surface sembra avere tutte le carte in regola per poter competere con altri giganti del settore tablet da 10 pollici. E’ una scommessa che un colosso dell’informatica come la casa fondata da Bill Gates può di certo sostenere e diciamo che le premesse sembrano promettere quanto meno una fiera concorrenza all’iPad. Che tutto ciò porti ad una guerra ancora più accesa? sicuramente la concorrenza favorisce l’innovazione ed il progresso tecnologico – ed a noi utenti finali non potrebbe che andare meglio!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest