Recensione : Smartpet il successore di Tamagotchi per iPhone



A metà degli anni 90 del secolo scorso , c’è stata la febbre giapponese che ha travolto l’intero pianeta , chiamata – Tamagotchi . Un piccolo aggeggio con un display monocromatico , che è riuscito a catturare l’attenzione di milioni di bambini , grazie all’animaleto di cui bisognava avere cura attraverso tre pulsanti . L’ideatore di questo dispositivo è la nota società giapponese Bandai, che ha deciso di creare una seconda versione del Tamagotchi .

Gli sviluppatori della società giapponese hanno abbandonato l’idea di creare un’applicazione semplice basata sul loro vecchio Tamagotchi , visto che l’App Store è già pieno di applicazioni simili , ad esempio Hatchi. Cosi si è deciso di creare un piccolo cane reale di plastica imbottito di componenti elettronici, che si chiama Smartpet .

Al posto della faccia del cane si usa l’iPhone 4/4S , sul quale bisogna installare un’applicazione gratuita dal negozio virtuale App Store .

Il cane può muoversi liberamente da solo attraverso le sue piccole gambe di plastica , reagire ai commandi vocali e visuali(attraverso il FaceTime camera) . Il cane ha un’intelligenza artificiale , che si adatterà con il tempo al suo padrone e ai suoi commandi .

Smartpet sarà commercializzato il 24 aprile di quest’anno, per adesso solo in Giappone , ad un prezzo di 80 dollari americani , i colori disponibili saranno il bianco e il nero.

 

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest