Recensione su ReCaptcha



Tra le svariate acquisizioni dell’azienda Google si trova anche ReCaptcha, un innovativo servizio CAPTCHA, tra i più utilizzati dai webmaster. Un CAPTCHA è un’immagine contenente lettere, numeri e segni grafici da ricopiare su una casella di testo, con lo scopo di distinguere operazioni effettuate da un essere umano da operazioni condotte da un programma automatico. Solitamente un webmaster si trova di fronte a tre possibilità: o creare un servizio CAPTCHA manualmente (anche grazie all’ausilio di script trovati in Rete), od utilizzare quello eventualmente esistente nel CMS o in un plugin per il CMS. Infine, il webmaster ha anche la terza opzione, quella di utilizzare un servizio esterno. ReCaptcha è un esempio di servizio esterno, innovativo perché, oltre a fornire le immagini anti-spam, si occupa anche di favorire la digitalizzazione dei libri. Infatti nei ReCaptcha vengono inserite due parole tratte da libri e che l’utente deve ricopiare. In realtà, una delle due parole è già stata digitalizzata e viene considerata ai fini della verifica anti-spam, mentre l’altra non viene considerata e, non essendo stata digitalizzata correttamente, è l’utente ad essere chiamato a provare a digitare la parola corretta. Chiaramente, essendo il servizio funzionale a fornire una verifica anti-spam, l’utente in genere non è a conoscenza dei motivi che si nascondono dietro alla presenza di due parole e del fatto che solo una di queste viene considerata ai fini della verifica.

Essendo ReCaptcha di proprietà di Google, la digitalizzazione dei libri può avere benefici anche per altri servizi dell’infrastruttura, come per esempio Google Libri. Inoltre, i benefici si potrebbero riscontrare anche nelle tecnologie OCR che possono essere impiegate dall’azienda per vari scopi, non escludendo la possibilità che un domani nel motore di ricerca possano apparire negli snippet dei risultati, testi prelevati da immagini mediante OCR.

In generale, ReCaptcha è un servizio dalla doppia utilità: anti-spam e di supporto alla digitalizzazione dei libri. Non a caso, lo slogan che accompagna ReCaptcha è Stop Spam, Read Books. In aggiunta, esiste il supporto a captcha audio, una guida rapida e sul sito vengono fornite API semplici da configurare per gli sviluppatori. Un servizio intuitivo sia per l’utente, sia per il webmaster.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest