Registrare la chitarra elettrica



Circa la registrazione di strumenti come la chitarra ed il basso, le soluzioni sono molteplici e dipendenti da gusti ed esigenze soggettive. I professionisti di solito preferiscono registrare il suono della chitarra tramite ripresa microfonica su amplificatore.

Questo perchè il microfono è in grado di restituire con fedeltà le frequenze e la dinamica di queste ultime. Si ricorre spesso ad un microfono dinamico posizionato un prossimità del centro del cono dell’altoparlante, in quanto le alte frequenze vengono trasmesse dall’avvolgimento nella parte centrale. Il microfono, così posizionato, restituisce i modo ottimale il suono amplificato. Se non sei soddisfatto del risultato ottenuto con la ripresa microfonica, verifica, innanzitutto, il modo in cui hai posizionato il microfono e successivamente, il tipo e la qualità del microfono adottato (uno tra i più usati è lo Shure SM57).

L’alternativa  alla ripresa dell’altoparlante, è l’utilizzo di emulatori di altoparlanti. Dispositivi che appunto emulano gli speaker degli amplificatori. Questa soluzione, molto valida, viene presa in considerazione durante le registrazioni in studio, quando si ha poco tempo a disposizione per microfonare gli amplificatori.

Un’ altra alternativa e quella di utilizzare amplificatori vistruali, ovvero softwere che simulano il suono di vari amplificatori. Alcuni tra i più iteressanti sono: Amplitube e Guitar Rig.

Buona registrazione a tutti!!!!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • Articolo interesante, ma appena abbozzato… perchè non sviluppare meglio la differenza fra la ripresa microfonica, la diretta dell’amplificatore, la diretta nel banco di mixaggio, la diretta nella scheda audio, la differenza fra schede audio che offrono ingressi con impedenza apposita per la chitarra… attendiamo magari qualche sviluppo, grazie :)

Pinterest