Rilasciata la patch per Chrome: la falla scovata nel Pwn2Own è un ricordo



Piccole rogne o grandi spunti nel corso del Pwn2Own, dipende dai punti di vista! Nel corso del famoso evento in cui i migliori hackers si cimentano a sfuttare le falle presenti nei vari sistemi operativi e software associati, Google può gioire due volte.

La prima motivazione è che tra tutti i web browser, Chrome è quello che più ha dato filo da torcere agli hackers; da una parte va però sottolineato che non c’è stato un grande “accanimento” nei suoi confronti, tuttavia i meriti li ha eccome. Il motore di rendering WebKit presente in Safari, è lo stesso presente anche il Chrome, ma a differenza di Apple, Google ha già lasciato la patch necessaria a correggere la falla.

La seconda motivazione è che a questo punto Chrome è l’unico ad essere protetto da questo punto di vista, per cui c’è una ragione in più per usare tale browser.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest