Rintracciare un portatile rubato con Adeona



All’università di Washington hanno scritto un software open-source pensato per identificare e rintracciare i notebook rubati: si chiama Adeona ed è compatibile con sistemi operativi Windows XP/Vista, Mac OS X ed  Linux.

La sempre maggiore diffusione di computer portatili, corrisponde anche ad un incremento dei furti: un notebook proprio per le sue caratteristiche di portabilità è facilmente dimenticabile in luoghi pubblici, o quantomeno lasciato incustodito per qualche attimo ed è abbastanza probabile non ritrovarloAdeonaEcco come funziona: si scarica il software da http://adeona.cs.washington.edu scegliendo la versione adatta al proprio SO, dopo l’installazione Adeona rimane sempre attivo in background, quando il notebook è connesso in rete, Adeona spedisce periodicamente l’indirizzo IP, ad un server preposto allo scopo. L’utente accendendo al servizio può recuperare l’indirizzo IP utile per rintracciare il portatile, chiaramente l’accesso al sever è protetto da password scelta durante il procedimento di installazione del programma.Per il sistema operativo Macintosh, è possibile anche impostare lo scatto delle foto tramite webcam ad intervalli di tempo prefissati, che Adeona spedirà assieme all’indirizzo IP.Il software in via di sviluppo, per cui prossimamente la funzione foto da webcam sarà implementata per qualunque sistema, dal sito si legge pure che in futuro ci saranno versioni del soft per IPod ed WindowsMobile.Naturalmente Adeona non è infallibile: basta e il ladro che il ladro formatti il portatile o non si colleghi mai in rete e tutto cessa di funzionare.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest