Runes of Magic Free MmoRpg



20091007runes_of_magic RUNES OF MAGIC

RoM è un Mmorpg  incentrato sul PvE ma con discreti contenuti PvP in forma di Arene e Pking. E’ quindi,incentrato sulla crescita del personaggio, sul recupero dell’equip migliore e sul completamento delle numerose istanze PvE. Questo è un requisito fondamentale per poter accedere al resto dei contenuti, perciò non pensate di poterlo evitare se siete amanti di contenuti di diverso tipo.

Il sistema di crescita è a livelli, doppie classi, con punti skill da spendere per le abilità e con stat predefinite. Su questo versante non ci sono significative novità se non per la doppia classe. Al contrario della maggior parte degli altri giochi che implementano questo sistema, in RoM bisognerà livellare le classi singolarmente e solo una piccola parte delle skill saranno intercambiabili. Ogni classe ha quindi delle skill forti che potrà usare solo quando sarà la classe attiva, mentre avrà altre skill solitamente meno forti che potrà utilizzare anche quando la classe attiva è l’altra. Vi saranno inoltre delle skill chiamate Elite Skill, molto forti e ottenibili recuperando materiali in vario modo, che saranno dipendenti dall’accoppiata di classi che sceglierete. Essendovi 6 classi (Rogue, Priest, Mage, Warrior, Knight, Scout) le combinazioni possibili saranno veramente tante e influiranno decisamente sulle prestazioni del personaggio.

Le statistiche del personaggio non saranno modificabili direttamente ma solamente attraverso uno studio accurato del vostro equip. Copiando da WoW infatti, era scontato dare un ruolo centrale al gear, intorno a cui ruotano la maggioranza delle attività di gioco. Sono presenti veramente tanti equipaggiamenti, forse fin troppi visto che spesso ne ignorerete l’esistenza finchè non saranno ormai inutili.

E’ notevole inoltre il sistema di Enchanting, vero fiore all’occhiello del gioco, da cui appunto deriva il nome. Infatti con un meccanismo complesso che prevede la fusione di numerose rune, gemme e altri materiali speciali, si potranno modellare oggetti perfettamente compatibili con il nostro personaggio. In questo ambito, le possibilità di personalizzazione sono molto ampie e prenderanno molto del vostro tempo di gioco per essere scoperte e studiate.

Cos’è l’unica cosa che i cinesi non gradiscono di WoW? Ebbene si, proprio un PvP organizzato e ben studiato. Il sistema di Pking e assedi di Perfect World è riuscito a dare una marcia in più al titolo, offrendo agli utenti orientali, notoriamente sempre in cerca di competizione e confronti, un modo di scontrarsi più evoluto delle banali arene di WoW.

Conclusione:

Il gioco è godibilissimo senza spendere un singolo euro nell’item shop ma è innegabile che i giocatori paganti, soprattutto grazie ai vantaggi nell’enchanting, saranno sempre più forti sia in uno scontro diretto, sia per efficacia nelle sessioni PvE. Perciò giocare alla buona non richiederà alcuna spesa ma, volendo spendere qualche euro, si potrà potenziare in modo sostanzioso il vostro personaggio, soprattutto nelle fasi di endgame. I costi dell’item shop sono contenuti, con continue offerte e sconti, perciò un giocatore medio, spendendo sui 10 euro al mese, con un po’ di oculatezza potrebbe benissimo coprire tutte le sue necessità.


Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest