Ruoli degli utenti in WordPress: cosa sono e come utilizzarli



Ormai è sempre più frequente gestire un blog a più mani: c’è chi si occupa della parte tecnica e chi dei contenuti; talvolta c’è chi scrive i contenuti e chi si occupa della revisione per migliorarli sotto l’aspetto linguistico e/o dell’ottimizzazione per i motori di ricerca.

I ruoli degli utenti (una delle funzionalità presenti in WordPress, la piattaforma più utilizzata nella creazione dei blog), sono un ottimo strumento per il proprietario del blog, per assicurarsi che nessuno dei partecipanti al progetto compia azioni che esulino dai propri compiti.

I ruoli sono 5 e ognuno limita il raggio d’azione a specifiche azioni:

1)Amministratore: è l’unico che non ha limiti, può fare quello che gli pare;

2)Editore: può creare articoli e pubblicarli e anche intervenire sugli articoli degli altri per modificarli e pubblicarli; può creare e pubblicare le pagine; ha inoltre accesso ad altre aree: media, link e commenti;

3)Autore: può creare articoli e pubblicarli; ha inoltre accesso ad altre aree: media e commenti;

4)Collaboratore: può creare articoli ma non può pubblicarli; ha inoltre accesso all’area commenti;

5)Sottoscrittore: è il più limitato, non può fare nulla.

Come puoi vedere nel video tutorial, creare utenti con i ruoli appropriati è molto semplice:

1)Dal pannello di controllo di WordPress, clicca su Utenti (trovi la voce nella barra sulla sinistra) e quindi su Aggiungi nuovo;

2)Inserisci un Nome utente, un E-mail, se vuoi, seleziona la casellina per inviare i dati di accesso via email alla persona per cui stai creando il profilo e infine, dal menù a cascata, scegli il ruolo appropriato;

3)Clicca su Aggiungi nuovo utente e il gioco è fatto.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest