Samsung Galaxy Tab 2: la sfida finale?



Era da parecchi mesi che si parlava della prossima uscita di un successore del Galaxy Tab dopo il successo ottenuto da questo 7 pollici in tutto il mondo e i “rumors”, più o meno affidabili, sulle caratteristiche del Tab 2 si sprecavano. Finalmente Samsung Electronics., al MWC 2011, ha presentato il suo nuovo prodotto, che, con tutta evidenza, vuole essere la sfida finale all’IPad (anche’esso in uscita con una seconda versione): il Galaxy Tab 10.1 “, che, come confermato direttamente dai dirigenti del colosso coreano, verrà rilasciato in partnership con Vodafone Group (e, d’altra parte, ovunque è proprio la combinazione tra Tab e Vodafone che è risultata avere i risultati migliori).

Naturalmente la prima cosa da dire sul tablet Galaxy 10,1 è che offre uno schermo TFR da 10.1 pollici con risoluzione 1280 x 800. Si tratta di una delusione notevole dopo che a lungo le indiscrezioni avevano parlato della possibile adozione di un Super AMOLED o di un AMOLED Plus, ma, evidentemente, si è voluto contenere costi e, conseguentemente, prezzi che, notoriamente, sono già tra i più alti del mercato. L’apparecchio pesa solo 599 grammi e con i suoi 0.4-pollici di spessore è il più sottile e più leggero tablet da 10”. A quanto è stato possibile vedere, la Samsung ha puntato molto sulla maneggevolezza, aggiungendo sul retro una sorta di texture in cui è possibile inserire le dita durante l’uso dell’apparecchio lavagna in modalità orizzontale.

Il grande balzo in avanti è dato dal fatto che Galaxy Tab 10.1 è alimentato da Android OS Honeycomb (l’Android “next generation” disegnato praticamente proprio per i tablet), in esecuzione su un processore dual-core NVIDIA Tegra 2, che dovrebbe garantire agli utenti un’esperienza multimediale eccellente, una navigazione più veloce e migliori prestazioni complessive.

Per il resto, sono state confermate le ottime fatures del predecessore: Tab 2 è dotato di una slot per SIM, jack da 3,5 mm, fotocamera posteriore da 8 megapixel con flash LED in grado di catturare video a 1080p (24 fotogrammi / sec), fotocamera da 2 megapixel frontale per la videochiamata, memoria DDR2 a bassa potenza e batteria da 6860mAh a lunga durata.

La lista degli elementi positivi include anche un HSPA+ super-veloce da 21Mbps, Bluetooth ® 2.1 + EDR e Wi-Fi 802.11 a / b / g / n, insomma, quanto serve per sostenere una connettività in grado di sostenere una rapida velocità di download mobile e di ridurre i tempi di trasferimento dei dati.

Un fatto interessante da notare è che la Samsung, nel rilasciare le specifiche tecniche del suo nuovo prodotto, ha inserito una nota a margine: “* Tutte le funzionalità, caratteristiche, specifiche e altre informazioni sul prodotto fornite in questo documento, compresi ma non limitati a benefici, design, prezzo, componenti, prestazioni, disponibilità e funzionalità del prodotto sono soggette a modifiche senza preavviso.”. Cosa significa ciò? La speranza è che potremo vedere, al momento della commercializzazione, un apparecchio ancora migliore di quello presentato, magari con caratteristiche come la memoria espandibile, una porta USB (di cui, in verità, si sente molto la mancanza), slot HDMI e tanto altro ancora e che quello mostrato sia ancora solo un prototipo in evoluzione.

Quello che è ormai sicuro è che il Samsung Galaxy Tab 10,1 avrà una versione da 16GB e un’altra da 32GB e che i due  modelli sono attesi sul mercato europeo e asiatico nel giro di pochi mesi, adottato da Vodafone, mentre non ci sono piani per un modello CDMA, non vi nessuna informazione su una versione solo WI-FI, e non è stato ancora dato nessun dettaglio su disponibilità e prezzo.

Cosa pensare, allo stato attuale delle conoscenze, di questo tablet 10.1? Possiamo ritenerlo davvero un concorrente dell’iPad (magari del 2) o del Motorola Xoom? Probabilmente, a vedere il prototipo, sì, ma per un giudizio definitivo dovremo aspettare che la Samsung realizzi la versione definitiva.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest