Scandalo su Facebook: polemiche per il gruppo contro i bambini down!



Come dice un detto popolare, la madre degli imbecilli è sempre incinta. Sono queste le parole che escono spontaneamente dopo essere venuti a conoscenza del nuovo scandalo che ha investito il più celebre social network Facebook.

Chi nella giornata di ieri, nel più famoso dei social network Facebook, avesse effettuato una ricerca sui bambini down, si sarebbe imbattuto in un vergognoso gruppo che fortunatamente nelle recenti ore è stato cancellato da Facebook. Il gruppo in questione, intitolato “Giochiamo al tiro al bersaglio con i bambini down”, che mostrava come foto principale la faccia di un bambino down con la scritta “scemo” sulla fronte, inneggiava alla violenza e all’eliminazione di queste povere creature, definite dai creatori del gruppo come “stupidi esseri buoni a nulla, peso per la nostra società”.

E’ inutile dire che il gruppo, che fra l’altro ha suscitato in poche ore adesione tra più di 1200 sostenitori, ha suscitato subito ingiurie e polemiche soprattutto contro i creatori del gruppo, che tra l’altro hanno utilizzato nomi e informazioni di fantasie. Il ministro per le pari opportunità Mara Carfagna ha perfino ipotizzato il reato di istigazione a delinquere per gli ideatori del gruppo. Fortunatamente il gruppo contro i bambini down è stato chiuso nelle recenti ore, lasciando spazio a molti gruppi nati appunto per sostenere queste piccole creature indifese. Dal canto mio spero che le persone ignobili che hanno creato il gruppo in questione siano rintracciabili e processati pubblicamente. E voi che ne pensate? Potete dire la vostra nello spazio dedicato ai commenti…

201002221104312_down2

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest