Seconda parte del Pc super economico



Eccoci alla seconda parte di come dovrebbe essere il Pc super economico.

                Memoria.

Visto l’andamento del mercato, il quantitativo di memoria su cui dovete puntare senza avere dubbi è quello di 2 GB. Questo vi garantisce la possibilità di utilizzare senza problemi linux, ma anche quello di essere pronti per migrare verso Windows vista di questo sistema operativo vi si addice di più o se è l’unica alternativa per avere accesso a  particolari applicazioni.

Disco rigido.

Senza troppi pensieri orientatevi su un disco di recente produzione con capacità di 500 GB. Il costo è solo di poco superiore ai € 50 , e lo spazio a disposizione vi garantirà spazi sufficienti ad archiviare audio, video, foto e documenti nel medio lungo periodo senza necessità di acquistare una seconda unità di archiviazione.

Lettore ottico.

Masterizzatore di supporti DVD e CD è la scelta standard e dovrebbe assolvere a tutte le esigenze di chi adotta una configurazione economica. Vi permette di riprodurre il film e  al tempo stesso di creare CD di musica, dischi di archivio dei vostri documenti è di riprodurre immagini da mostrare agli amici.

Display.

A differenza dell’altro presente nel Pc, la scelta del monitor è molto più delicata. Si parla infatti di una spesa o di un investimento a lungo termine e non vale la pena andare troppo al risparmio sia per una questione di fruibilità nel presente sia un eventuale evoluzione nel vostro modello di utilizzo del pc. L’ideale quindi  è puntare su un modello con risoluzione di 1680×1050 pixel nei formati da 22 o 24 pollici a seconda delle vostre esigenze. Una caratteristica essenziale che non deve mancare è l’ingresso in formato digitale Dvi; scartate a priori i modelli con il solo ingresso Vga che limita la qualità dell’immagine soprattutto sui pannelli piatti che nascono per la tecnologia digitale.

Connessioni.

Anche un computer economico non deve mancare delle connessioni esterne. Queste sono sempre più indispensabili per collegare periferiche di vario tipo: dischi esterni, stampante, telefono, fotocamera digitale, navigatore e tanto altro ancora. Il Firewire è opzionale, non è indispensabile ma sempre utile soprattutto se disponete di una videocamera con uscita Dv out.

Schede di rete.

L’interfaccia di rete è ormai uno  standard assodato anche sulle schede madri di classe economica. Difficilmente troverete modelli con più di una interfaccia, ma questo dovrebbe essere sufficiente a coprire la maggior parte delle esigenze. Se pensate di acquistare dispositivi esterni dotati di collegamento di reti come dischi multimediali, cercate allora una scheda madre che disponga di due interfacce così da averne una per il collegamento alla connessioni interne e una per le periferiche locali.

Diffusori audio.

Un Pc economico non ha nelle sue mansioni principali quello del gioco o del multimedia con la riproduzione di film. Per questo motivo non riteniamo necessario investire nell’acquisto di sistema audio 7.1; ovviamente non esagerate nell’altro senso acquistando una coppia di diffusori stereo di scarsa qualità, ma bensì puntate sul sistema del tipo 2.1 magari con ingresso digitale.

Sistema operativo.

Se volete risparmiare sul costo finale dell’intera soluzione optate linux. Se avete qualche timore ad avvicinarvici oppure siete legati all’ambiente Windows allora optate per la versione Home Premium di Windows vista.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest