Sempre più Android



Che Android sia un sistema operativo di grande successo nel mercato smartphone è risaputo, ma le ultime statistiche provenienti dagli USA e riferite quindi al mercato statunitense possono davvero lasciare sbalorditi.

Android è stato infatti il sistema operativo mobile che ha fatto segnare il maggiore incremento di utenti durante il 2010.

Ora bisogna capire che la situazione nordamericana è molto diversa dalla nostra e tra gli smartphone Blackberry e il suo OS RIM sono sempre al primo posto come diffusione.

La diffusione di apparecchi Blackberry però è passata da oltre il 40% del totale a poco più del 30%.

Piuttosto costante l’ OSX/iOS di Apple che però è stato superato in scioltezza da Android che ha avuto un rialzo formidabile che lo ha portato da percentuali bassissime di share fino al 30%.

Ora molti giustamente penseranno che è normale visto che iOS e RIM equipaggiano device prodotti da una sola casa, mentre ci sono diversi produttori che adottano Android.

Questo è vero; è però interessante notare che Windows Mobile, anch’esso presente su terminali di diversi produttori, non ha seguito la scia di Android, ma ha addirittura perso leggermente terreno rispetto ai diretti concorrenti.

Android sembra quindi davvero lanciato verso il primato tra i sistemi operativi per smartphone; al successo ha contribuito anche il vertiginoso aumento di applicazioni disponibili.

Il mese scorso infatti Google ha annunciato che l’Android Market ha superato le 100.000 applicazioni disponibili.

Lo stesso Steve Wozniak, co-fondatore di Apple, ha dichiarato che a suo parere il mercato di Android è destinato a crescere ancora e che lo stesso potrebbe divenire il sistema di riferimento per gli smartphone.

I punti chiave a favore di Android sono, per Wozniak, la maggiore apertura del sistema rispetto a quello di casa Apple e l’adozione da parte di più produttori che porterà probabilmente a un miglioramento molto più veloce del sistema stesso e l’aggiunta di preziose funzionalità

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest