Sicurezza in internet



Internet, una rete a cui sono connesse milioni di persone. Di tutte l’età, svariate entità, con altrettanto svariati motivi di navigazione, chi per divertirsi, chi per soldi, chi per tempo libero chi per lavoro. E’ un mondo multi in tutti i sensi, un utopia diventata realtà. Ma ciò non significa che sia un mondo perfetto, tutt’altro. La sua stessa vastità è la causa del suo difficile controllo.

Ma il nostro computer è al sicuro su internet, viviamo nell’anonimato?

La risposta è no, ma possiamo metterci una pezza e vivere più tranquilli, senza troppe fobie, quelle che attanagliano molta della gente più sprovveduta è ignorante, senza offendere, non si può sapere tutto!

Le fobie principali si riferiscono a termini come hacker, clonaggio carta di credito, virus. Almeno queste sono a mio avviso le parole più conosciute, molte volte usate a sproposito, ma più insite nel vocabolario vasta popolazione “internettiana”.

Hacker è un perosnaggio molto bravo nell’informatica che si diverte a “testare” la sicurezza dei siti e dei computer altrui, in teoria “buca”, entra, nei computer e nei siti altrui per semplice sfida con se setsso, la socetà informatica e gli altri hacker. Ma non crea danni.

Alcuni di questi finiscono alla fine a lavorare per le grandi aziende di sicurezza informatica, come potrebbe essere la symantec (conosciuta per norton antivirus) o per mettere appunto i sistemi di sicurezza di banche e aziende.

Altri ancora seguono la via oscura, la strada dei sit, e decidono di bucare siti, rubare soldi, fondere la cpu dei computer. Questi sono i reati più gravi, ma anche più rari. Altri invece, di solito ragazzini si divertono ad entrare nei nostri di computer, noi normalissimi utenti che leggiamo la stampa su internet o che frequentano chat. Solitamente questi ragazzini utilizzano programmini appositi, da cui ci si protegge facilmente. E dato che quest’ultimi sono la stragrande maggioranza possiamo andare relativamente sul tranquillo, basta installare un muro di fuoco, firewall (secondo me rende di più in italiano), e il 99% degli intrusi sarà respinto. Dico il 99% perché se entriamo nelle mire di qualche persona dalle grandi capacità anche i firewall potrebbero essere inutili…certo che più grandi sono le capacità più alti sono gli obiettivi, quindi è molto difficile per noi normali utenti essere oggetti di diletto per tali persone.

Io consiglio come firewall Sygate, ma è anche ottimo outpost, o kaspersky firewall. Molte persone consigliano ZoneAllarm, sempre una buona scelta, ma potrebbe creare qualche problema ed entrare in conflitto con alcuni programmi, oltre ad essere un po’ pesante per le nostre risorse.

Quando ci possiamo aspettare attacchi da hacker o meglio ancora cracker (quelli del lato oscuro della forza!)?

La maggioranza si nasconde dietro le chat, altri invece spuntano da siti poco raccomandati… come siti di hacker, insomma basta non andarli a cercare! :D

I virus, ci attaccano, s’insinuano, proliferano, ci usano, ci fanno morire e si trasmettono. Paura eh? Ci sono svariate tipologie di virus, che non sto ad elencare. I virus raramente si prendono da dischetti o cd (come invece succedeva una volta), internet come la nostra rete vascolare ne contiene a migliaia. E questi virus girano e girano, si riproducono, magari vengono debellati, altri invece si modificano e diventanto più forti e resistente. Ma alla fine la cura si trova sempre. Come possiamo contrarre un virus INFORMATICO?

Per posta, è un metodo che va molto in voga ultimamente, ricordo I Love You che colpì qualche anno fa causando disastri e danni per parecchi milioni di euro. Solitamente i virus che si trasmettono via E-Mail s’intotrano come allegati, altrattanto solitamente per “attivarli” bisogna aprire l’allegato. Come riconoscerli è un lavoro che si può fare anche manulamente.

Dobbiamo chiederci questa mail con allegato è di qualcuno che conosco? se la risposta è no buttiamola e basta. Se è invece di qualcuno che conoscete vi dovete chiedere, è plausibile questo oggetto! Se per esempio c’é già un oggetto in inglese avrei qualche dubbio nell’aprirla.

Forse vi chiderete perché mai un vostro amico dovrebbe spedirvi un virus, semplice, i virus una volta entrati ne vostro computer si riescono anche ad autospedire. Non tutti, ma molti di quelli che si contraggono per posta hanno questa capacità.

Altri virus possiamo prenderli attraverso dialer e siti poco raccomandati. Questi virus si autoscaricano, e possiamo stare tranquilli che nn ce ne accorgiamo molto facilemnte da soli. Anche quando scarichiam file volontariamente potremmo contrarre un virus se il file è infetto… anche dietro semplici immagini ci potrebbe essere un virus.

Un altro sistema è il p2p, peer to peer, lo scambio di file in internet. Qua è facile contrarre virus.

Spiegato quanto è facile incappare in questi virus è meglio premunirci. Ed ecco qua che parlaimo di antivirus. Il più famoso è NortonAntivirus, della symantec, ma ciò non vuol dire che sia il migliore. Norton ha un sacco di utility, ma proprio perché fa un sacco di cose tende a farle tutte male, oltre ad essere un bel mattone per il nostro computer. Non tutti infatti hanno sempre computer all’avanguardia da poter far girare tranquillamente certi programmi così pesanti. Io consiglio due antivirus, a mio avviso e all’avviso di molti altri: i migliori.

Nod32, della eset, è leggerissimo, vince da parecchi anni il premi per miglior euristica (ovvero la capacità di riconoscere virus senza averli nel proprio database, molto utile data la continua creazione di virus sempre nuovi.). La scansione di nod32 è velocissima, controlla i dischi, le chiavi di registro, le dll e la posta. Insomma tutto quello che un buon antivirus deve fare. Ottimo per chi non possiede un computer potente ma che ha bisogno di un buon antivirus che lo protegga sempre. Consigliato anche a chi ha un computer potente, ovviamente.

Kaspesky, russo, forse il migliore. é più pesante rispetto a nod32 ma a mio avviso garantisce più protezione. Con Kaspersky si sta al sicuro non c’é dubbio. Sempre aggiornato automaticamente.

Qualcuno ogni tanto mi dice che preferisce norton, e di solito scoppio a ridere, perché vuol dire che non ha mai provato i due sopraccitati. Molti mi chiedono ma si aggiornano automaticamente? sì. Ma gli aggiornamenti sono frequenti? Sì! Ma trovano più virus di norton? sì! Possono entrare in conflitto con altri programmi? No!

E il fanatico do norton mi dice, ma le utility di norton mi servono sono utilissime, e solitamente rispondo che ci sono altrattanti programmi anche gratuiti che svolgono lo stesso compito delle utility di norton e molto più efficentemente. Purtroppo i più pigri non vgliano installare 5 programmi funzionanti perfettamente, e preferisocno tenerne uno che svolge tutte le funzioni dei 5 programmi ma male. Sta a voi a decidere d’altronde.

Certo è che non esiste un antivirus perfetto, essendo quello softwere un mondo in continua evoluzione e crescita bastano poche ore che un programma non sia già aggiornato. Specialmente per gli antivirus.

L’altro argomento di cui volgio parlare è il maneggiare soldi in internet inserendo le propie coordinate bancarie o i numeri delle nostre carte di credito sui siti.

Ormai anche questo campo è diventato abbastanza sicuro. Basta seguire qualche buona regola. Prima di tutto dobbiamo verificare la serietà del sito su cui dovremmo inserire i nostri dati. Certo che se l’inseriamo sul sito della San Paolo dovremmo essere al sicuro da eventuali truffe da parte del sito. Per altro genere di siti dobbiamo agire così: Prima di tutto leggere bene sul sito le informazione che ci dà, questo dovrebbe già essere un buon indicatore di serietà, ma non basta. La cosa su cui ci dovremmo basare maggiormente sono le opinioni che vengono lasciate in giro per internet sul sito. Possiamo trovare tantissimi articoli e forum pieno di commenti. Perderemo un po’ di tempo ma ne vale la pena. Se troveremo persone soddisfatte che danno commenti positivi possiamo andare abbastanza sul sicuro, se troviamo commenti negativi dobbiamo informarci meglio. Ma se non troviamo commenti da nessuna parte? Per prima cosa si contatta l’amministratore del sito per chiedere chiarimenti e fare qualche domanda sulla sicurezza. Seconda cosa andremo su due tre forum e chiederemo noi informazioni. Vedrete che troverete di sicuro qualcuno che vi darà la sua opinione.

Seconda cosa, ma non meno importante, anzi tutt’altro, dobbiamo cercare nella pagina principale se c’é scritto protezione, criptazione 128 Bit.

Un numero più alto è ancora più sinonimo di sicurezza. Questa metodologia per proteggere i nostri dati nel momento in cui li inseriamo non ci proteggerà dal sito stesso, ma da attacchi di malfattori che vogliono prendersi i nostri soldi. Un altro buon metodo per verificare la validità del sito sono le certificazioni, come potrebbe essere la certificazione Netbia, o qualsiasi altra. Basta informarsi che esista sul serio.

Se il sito soddisfa tutti questi requisiti possiamo andare col cuore in pace.

Resta comunque buona regola evitare di dare coordinate bancarie e o numeri di carte di credito. Mentre è preferibile dare numeri di carte prepagate e ricaricabili, se accettate, come postepay. Così da evitare rapine informatiche ai danni dei nostri conti bancari.

Ricordate sempre, va bene avere firewall e antivirus dalla propria, ma dobbiamo anche usare la testa.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest