Sistema di raffreddamento a liquido : cooler master aquagate ALC-U01



20090527450234vb

La soluzione qui proposta è indirizzata ad un pubblico esigente e a chi desidera un PC stabile e vuole spingere la propria cpu oltre i limiti imposti dal produttore. Il modello risulta una valida alternativa ai tradizionali dissipatori ad aria grazie alle ottime prestazioni e alla possibilità di installarlo con diversi processori. Infatti, diversamente da radiatori attivi o passivi tipicamente progettate per un solo tipo di socket, questo sistema può essere utilizzato con qualsiasi processore.

 Il kit comprende un’unità principale,una piccola scheda interna al Pc,due di tubi di materiale plastico e gli opportuni adattatori, case e, ovviamente, il liquido di raffreddamento. L’unità principale ha dimensioni molto compatte e può anche essere montata all’interno del PC. Se il nostro personal computer non dispone degli spazi necessari, è comunque possibile lasciare l’unità all’esterno e far uscire tubi e i cavi di controllo attraverso la staffa della scheda Pc da installare all’interno della macchina.

Il piccolo box in alluminio è la parte principale del sistema e incorpora una pompa in corrente continua da 9 watt,un radiatore, il serbatoio del liquido e una ventola per il raffreddamento con diametro da 8 cm. L’alimentazione del sistema è indipendente, tramite il cavetto fornito in dotazione, mentre il controllo avviene tramite la scheda interna che pilota l’unità e fornisce parametri di temperatura della CPU. È infatti disponibile un piccolo sensore da inserire vicino al microprocessore  che consente al dispositivo di monitorare lo stato di funzionamento del Pc, dimostrare la temperatura sul display frontale e spegnere la macchina se viene superata la soglia preimpostata.

L’assemblaggio del sistema e il fissaggio in rame sono spiegati passo per passo nel chiaro manuale multilingue fornito a corredo, anche se queste operazioni possono essere difficili da effettuare per chi totalmente inesperto. La rumorosità del sistema in funzione è decisamente bassa e proporzionale tra la velocità delle ventole interne,23 dB a 2000 giri al minuto,34 dB a 3100 giri al minuto e 49 dB a 4600 giri al minuto. I test effettuati si sono svolti con una CPU Pentium a quattro a 3,4 GHz e una scheda madre con chip 78165. Il sistema di raffreddamento di paragone è il tradizionale radiatore certificato e la temperatura ambiente è di circa 26° . Al Pc acceso in fase di riposo il microprocessore arriva ad una temperatura di 45°, mentre posto sotto stress continuo arriva a 59°. Sostituendo la ventola con il sistema qui proposto abbiamo potuto apprezzare le ottime capacità di raffreddamento di questo kit. Le temperature sono scese infatti di molti gradi, portandola CPU a 39° a riposo e a 47 sotto stress continuo.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest