Skype: telefonate gratis anche per Linux



I servizi di telefonia via internet permettono di utilizzare questo tipo di rete per trasmettere del traffico vocale, in maniera analoga a quanto accade con le tradizionali linee telefoniche. Il vantaggio di questi servizi consiste nell’abbattimento dei costi delle telefonate in quanto, dal momento che la chiamata transita sulla rete internet, non è necessario pagare la tariffa al gestore telefonico: questo però è vero solamente per le telefonate da PC a PC. La maggior parte dei servizi di Voice Over IP (questo è infatti il nome della tecnologia che permette di fare telefonate tramite la rete telematica) offre però anche la possibilità di chiamare i numeri di rete fissa o mobile in tutto il mondo. Dal momento che la maggior parte della telefonata transita su Internet, le tariffe sono competitive, sopratutto nel caso di telefonate su rete fissa (Elenco tariffe completo sul sito di Skype). Le tariffe sono particolarmente convenienti per le chiamate internazionali, mentre per le telefonate su rete mobile il prezzo sale leggermente.

Per usufruire dei servizi di Voice Over IP esistono due strade: o ci si dota dell’hardware necessario, oppure si fa riferimento a dei servizi messi a disposizione da operatori specializzati. In quest’ultimo caso sarà necessario utilizzare dei software tramite i quali si potranno inviare e ricevere telefonate.

Servizi ed applicazioni di questo genere ne esistono in abbondanza, ma molti richiedono necessariamente l’utilizzo del sistema operativo Microsoft Windows per funzionare, questo perchè il client per l’accesso alle telefonate è realizzato solamente per questo sistema operativo.

Esiste però un servizio Voice Over IP chiamato Skype (http://www.skype.com) che rende disponibile la telefonia via internet anche agli utenti Linux, dal momento che esiste un client per l’utilizzo anche per il sistema operativo del pinguino.Il programma è scaricabile via internet: non si tratta di un software Open Source, ma di un programma proprietario, tuttavia, disponibile liberamente. L’installazione del software è semplicissima, è sufficiente scompattare l’archivio scaricato dal sito web (Download su Skype.com) in una directory del disco fisso. All’interno del’archivio scompattato si trova l’eseguibile (chiamato skype): per poterlo avviare comodamente è necessario aggiungere questa directory al PATH di sistema, oppure effettuare un link all’eseguibile in una delle directory contenute nel PATH di sistema (ad esempio /usr/local/bin).

L’utilizzo del software è veramente intuitivo. All’avvio viene mostrata una schermata che richiede l’inserimento di nome utente e password. Se se ne è sprovvisti parte la procedura per la registrazione di un nuovo utente. Al termine della registrazione (gratuita) saremo in possesso di nome utente e password da inserire negli appositi campi del client per la telefonia. Se preferiamo è possibile memorizzare in maniera permanente queste informazioni all’interno del computer in modo da non doverle reinserire ogni volta. Una volta inseriti nome utente e password il programma effettuerà il login. Dopo la registrazione è buona norma compilare il proprio profilo e le impostazioni del programma. In questo modo sarà possibile decidere quali informazioni personali rendere pubbliche (in questo Skype è molto simile ad ICQ) e come il programma dovrà funzionare. Esiste la possibilità di ricevere aggiornamenti del client (se disponibili) o scegliere se ricevere telefonate da chiunque o solamente dalle persone che sono state inserite nei contatti.

All’aspetto skype si presenta come un normale client ICQ o Messenger (anche loro tra l’altro prevedono la possibilità di effettuare telefonate, ma con delle limitazioni che vedremo meglio successivamente). Nella scheda riassuntiva denominata “Avvio” sono mostrati tutti gli utenti on-line: attenzione però, non si tratta di tutti gli utenti di Skype a livello mondiale, bensì di quelli che abbiamo inserito nella nostra lista di contatti: questi possono essere aggiunti manualmente (se si conosce il nome utente) oppure tramite l’interfaccia di ricerca dove, impostate alcune chiavi di ricerca, il programma mostrerà tutti gli utenti che corrispondono alle informazioni fornite.

Per effettuare una telefonata è sufficiente selezionare un contatto e premere la cornetta verde oppure, dalla scheda “Componi”, digitare un numero telefonico (avendo cura di inserire l’esatto prefisso internazionale) o indicare il nome di un utente Skype. Per l’inserimento di un contatto è richiesta l’autorizzazione da parte dell’utente destinatario, che viene inoltrata immediatamente. In questa maniera saranno evitate fastidiose invasioni di privacy. Se chiamare un altro utente Skype sul suo PC è facilissimo, per telefonare ad un numero di rete fissa o mobile è necessario attivare SkypeOut, comprando delle ricariche di credito telefonico: una volta ottenuto questo credito sarà possibile telefonare anche a numeri reali, di rete fissa o mobile. Le ricariche si comprano direttamente dal sito web di Skype, in tagli minimi da 10 euro, tramite carta di credito. In questo caso sarà utile conoscere la tariffa per la telefonata. Prima di effettuare qualsiasi telefonata occorre assicurarsi di avere credito disponibile per almeno un minuto di conversazione. Le telefonate saranno arrotondate al minuto successivo, ovvero, se una chiamata dura 1 min e 23 secondi, la tariffa pagata sarà per due minuti (con tariffazione a scatti per intenderci). Le chiamate di durata inferiore ai 5 secondi sono gratuite.

Gli utilizzi di questo programma, a prescindere dalla possibilità di effettuare telefonate a costi ridotti, possono essere molteplici. La sua semplicità nell’installazione e nell’utilizzo lo rende idoneo a funzionare come una chat vocale. Può essere usato ad esempio per mettere in contatto persone tra di loro molto lontane ma che hanno comunque accesso al collegamento internet. Oltre al traffico vocali, poi, è anche possibile inviare e ricevere brevi messaggi di testo, il che rende Skype simile ad una client di messaggistica istantanea. Differenti possono essere gli scenari di utilizzo di questa applicazione, a parteire dal semplice contatto con un amico o un parente che vive in un’altra città o in un altro paese, fino ad arrivare alla possibilità di gestire una comunicazione diretta, vocale, tra differenti sedi aziendali sparse in tutto il mondo: tutto questo a costo zero.

Rispetto ad altri programmi analoghi, inoltre, Skype offre la possibilità di lavorare anche con differenti configurazioni di rete, in particolare Skype è trasparente a qualsiasi impostazione di firewall o NAT. La disponibilità del client sia per sistemi operativi Windows (anche se sembra avere dei problemi con Microsoft Windows NT v. 4.0) che per Linux lo rende uno strumento di comunicazione universale. La qualità della comunicazione è molto buona, dipende naturalmente dall’hardware del proprio PC, ma ormai un buon microfono e una scheda audio adeguata costano poche decine di euro. In prova Skype si è comportato egreggiamente anche in una connessione con NAT (sul sito web di Skyipe è presente una tabella che paragona Skype ad software o servizi Voice Over IP), tra due computer che uscivano sulla rete internet con lo stesso IP pubblico. Nonostante questo è stato possibile inoltrare e ricevere telefonate, nonchè messaggi di testo, e vedere correttamente lo stato di connessione degli utenti.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest