Software consigliati per imparare Sql



Da quanto detto in precedenza dovrebbe essere chiaro che per testare del codice SQL si ha bisogno di un DBMS.

Non è necessario, oltre che sconveniente economicamente parlando, acquistare la licenza di un particolare DBMS solo per imparare a usare SQL. In rete si trovano diverse soluzioni a basso costo o del tutto gratuite.

Tra queste segnaliamo ad esempio MySQL, un completo DBMS open-source scaricabile gratuitamente all’indirizzo www.mysql.com. Sono disponi­bill sul sito ufficiaie anche diversi tool per lo sviluppo visuale di database con questo DBMS, tuttavia, per gli scopi didattici the ci prefiggiamo, raccomandiamo di usare sempre un sem­plice editor di testi per inserire it codice SQL. Un altro DBMS disponibile in rete è Oracle (www.oracle.com). Oracle è un software commerciale molto affermato nel settore e uno tra i più prestanti DBMS in circolazione. disponibile per il download gratuito ed e utilizzabile con i codici che mostreremo, sempre avendo I’accortezza di trala­sciare l’utilizzo delle vane applicazioni di sviluppo visuale. Completano la panoramica (non esaustiva) PostgreSQL, un DBMS open-source molto noto in ambiente Linux; SQL Server di Microsoft, il DBMS di riferimento per le soluzioni basate su Windows e DB2 di IBM che inventa una notevole integrazione con molti degli ambienti di sviluppo utilizzati in ambito professionale.

Un altro noto software per la creazione di database Microsoft Access. Access tuttavia non si uniforma all’archi­tettura client-server descritta in precedenza, ma è utilizzato piuttosto per la gestione di basi di dati “persona”, cioe di piccole dimensioni e residenti di solito su una sola macchina. Access pun essere utile nella fase di sviluppo di applicazioni che fanno uso di database, tuttavia e sconsigliabile da usare per l’apprendimento di SQL. Questo a causa della sua fortis­sima integrazione tra ambiente visuale e base di dati creata. E’ consigliabile quindi avvicinarsi ad Access soltanto dope avere costruito delle solide basi di conoscenza su SQL.

Come si può vedere, quindi, la scelta e molto vasta e i motivi per preferire un DBMS a un altro sono i pi0 disparati. Proprio questa eterogeneita delle soluzioni presenti sul mercato dovrebbe far capire I’importanza di padroneggiare uno stru­mento universale come SQL.

Meno ci si discosta dagli standard di questo linguaggio, mino­ri saranno i problemi in fase di porting di una base di dati, o di sviluppo “ex-novo” su una piattaforma alla quale non si è abituati. Un altro buon motivo per utilizzare il piu possibile il linguaggio SQL in formate standard coinvolge i problemi di portabilita. Non essere legati a particolari estensioni garanti­sce di poter trasportare la propria applicazione da una piat­taforma ad un’altra altargando la base dei destinatari.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest