Software gratuiti per il montaggio video



C’era un tempo in cui la grafica per pc era in mano a programmi costosissimi per comprare i quasi era quasi necessario chiedere un prestito. Poi sono nate delle alternative open source o free.

Photoshop che costa circa 1000 euro ha trovato Gimp o Photoscape. Mentre il programma di animazione e grafica tridimensionale 3D Studio Max è stato affiancato da Blender. Lo stesso è successo anche per i programmi di montaggio audio-video.

Assieme a programmi come Pinnacle Studio e Sony Vegas, spesso venduti in bundle con masterizzatori o periferiche di acquisizione, sono presenti anche programmi gratuiti che offrono gran parte delle funzioni premium a costo zero.

Il primo programma della lista offertaci da “Makeuseof.com” è Lightworks. Questo programma Open Source è salito agli albori della cronaca del settore per essere stato utilizzato nella post produzioni di celebri pellicole come “Truman show” con Jim Carrey, “Notthing Hill” con Julia Roberts e nella realizzazione del musical “Mamma mia” con Meryl Streep. Come funzionalità, questo software può vantare una serie di effetti per la correzione e la modifica dei video e garantisce la possibilità di sincronizzare in tempo reale video ed audio. Presente anche una console audio per operazioni di remixaggio. Interessante è la possibilità di lavorare alla post produzione del video da diversi computer assieme ed in modalità multicamera. Il problema è che questo programma, davvero ottimo anche per il supporto ai codec ed al 2K, richiede delle elevate competenze in fatto di editing e montaggio video.

Non meno complesso è “Virtualdub”, un open source che più che altro è una raccolta di vari mini programmi tagliati per le più disparate esigenze e ricalibrati all’interno di un ambiente unico. Questo programma consente di tagliare e copiare spezzoni di filmato, di incollarne alcuni assieme per generarne uno nuovo. Consente anche di supportare le immagini di tutti i formati più diffusi (Gif, Jpeg, PNG, Bitmap, Tiff) per ricavarne un filmato che, abbinato ad una musica, possiamo già caricare su You Tube. Nel caso il problema sia la pesantezza del file, si possono importare video di grandi dimensioni e, modificando qualche parametro, comprimerli in toto o dedicarsi solo alla compressione dei canali audio. Se, invece, il problema fosse di qualità del video, Virtualdub consente di lavorarci sopra con effetti di nitidezza, contrasto, sfocatura, luminosità come se fosse un vero programma di fotoritocco. A lavoro ultimato, è possibile tagliare l’altezza del video o variarne la risoluzione a seconda del supporto in cui sarà riprodotto ed applicare a tutto il filmato un nostro marchio/watermark. Da non dimenticare che sono supportati tutti i formati più importanti (Avi, DivX, xDiv, Mpeg, Avs, Vdr) sia in fase di acquisizione del filmato d’origine dalla tv o dalla video camera, sia in fase di esportazione del filmato nella versione finale post prodotta.

Per chi non avesse bisogno di strumenti cosi professionali, abbiamo “Movie Maker“, un tempo installato in Windows ed ora scaricabile dal sito Microsoft nell’ambito del pacchetto “Live Essentials”. Con pochi click è possibile aggiungere didascalie, note ed effetti di transizione. Oltre a questo sono presenti vari filtri video ed audio ed anche la sincronizzazione con il sottofondo musicale è buono. Una chicca particolare è la possibilità di affiancare un unico tema grafico a tutti i fotogrammi del video e di ottenere una modalità di scorrimento più veloce o più rallentata. La versione per Windows 7 ha la classica barra a nastro tipica dei nuovi Os di Redmond: può essere comodo per trovarvi tutti i comandi più utilizzati ma per chi non l’apprezzasse adeguatamente possiamo installare, in modalità compatibilità, la versione 2.6 di Movie Maker creata per Windows XP. L’unico problema è che ,in questo caso, perderemo il supporto nativo alla condivisione nei social network.

 

 

 

 

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest