Sony NSZ-GS7, la Google TV



La Google TV è sempre stata un’idea ambiziosa. Nella sua forma ideale, si dovrebbe essere in grado di accedere a tutti i contenuti via home theater, compresi i servizi di servizi di streaming video e i contenuti dal Web, il tutto in una sola interfaccia utente. E’ un grande passo, ma al momento è una realtà piena di bug, dato che, ad esempio, mancano ancora tante applicazioni dedicate che possano renderla realmente competitiva.

La Google TV si basa sull’apparecchio Sony NSZ-GS7, che già presenta un miglioramento significativo rispetto alla versione precedente, il NSZ-GT1. In sé, l’apparecchio che si usa per la TV è molto bello e pratica, ma nonostante tutto il NSZ-GS7 non può superare le carenze della Google TV. Dal NSZ-GS7 si capisce che l’hardware è decisamente ben fatto, quello di cui si ha veramente bisogno è una revisione del software.

In sé, il Sony NSZ-GS7 è una scatola in gran parte nera lucida, senza alcun pulsante a vista, con la parte superiore molto bella e bel fatta. Le porte, che si trovano di lato, includono un ingresso e una uscita HDMI, due porte USB e una porta per gli infrarossi, a cui si aggiunge una presa Ethernet.

La cosa negativa di questo strumento è che, in realtà, è meno capace rispetto al Logitech Revue, che ha fatto degli infrarossi integrati sulla parte anteriore il suo punto di forza, essendo in grado di controllare tutto il congegno elettronico in maniera molto veloce e semplice. L’NSZ-GS7 ha una sola porta per gli infrarossi, il che crea un vero problema se si hanno più dispositivi che devono essere controllati dalla Google TV.

La cosa bella del NSZ-GS7 è la riprogettazione completa del telecomando, decisamente su un altro livello rispetto a quello del NSZ-GS1. La parte frontale è dominata da un grande touch pad e ha dei sensori notevolmente migliori. Nella parte alta ci sono i tipici pulsanti che vediamo sugli smartphone Android e un pad direzionale, oltre a tutta una serie di pulsanti appositamente pensati per controllare la TV, per la guida e tanto altro.

Nel complesso possiamo dire che la TV di Google è ben lungi dall’essere ancora completa. Sicuramente si tratta solo di tempo, dato che con ogni probabilità vedremo nel prossimo futuro dei dispositivi decisamente migliore e più performanti.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest