Sony Vaio Z11



I Vaio serie Z raccolgono l’eredità degli ottimi ultraportatili della serie  X. Ma offrono un più grande display da 13 pollici, per offrire una maggiore comodità d’uso a leggero discapito del peso e delle dimensioni. Anche su questo modello Sony ,si è focalizzata sulla alta definizione.

Il display, retroilluminato a LED e con finitura lucida X-Black, ha una risoluzione di 1600X900 punti con rapporto 16:9 pieno. Molto adatto alla visione dei film, presenta una notevole luminosità e nitidezza. Su questo modello purtroppo non troviamo un lettore Blu-Ray, ma il classico masterizzatore DVD.

In compenso è stato integrato un modem 3g, per il collegamento a Internet tramite la rete cellulare.

Questo modello pesa un chilo e mezzo e si colloca nel segmento di mercato tipico dei Mac.

Il processore è una potente Core2 Duo P8600 a 2,4 Ghz con 3 Mbyte di cache.Per consumi si colloca tra il classico T8600 e le Cpu low voltage. Questo modello è inoltre uno dei pochi notebook ad avanzare nella tecnologia Hybrid Graphics. Sono presenti due sottosistemi grafici, l’X4500 integrato nel chipset Intel g45 e un Nvidia Geforce 9300M GS con 256 Mbyte di Ram dedicata. Un interruttore permette di attivare al volo l’uno o altro, senza riavviare il notebook, a seconda che si desiderano maggiore prestazioni o un minore consumo elettrico.

Con la batteria standard l’autonomia registrata sul campo è rispettivamente di 4 h e 3 h e mezza; la differenza non è tantissima tra le due modalità ma si tratta di valori molto elevati in assoluto, che rendono questo modello un piccolo campione di mobilità. Tutti i test di prestazioni sono stati effettuati con attivo il chip grafico.

Il telaio in lega di magnesio robusto, ma il display molto sottile da una certa impressione di fragilità. Ottima invece la tastiera, che per un notebook da 1,5 chili risulta comoda ed efficace. E’ stato utilizzato un modello tradizionale di Toshiba con capacità di 250 GB e velocità di rotazione di 5400 giri al minuto.

Evidentemente per Sony le ridotte capacità dei dischi attuali sono un limite importante. L’utilizzo pratico di questo modello è davvero piacevole, ma come nel caso dell’FW11 dobbiamo segnalare la grande quantità di driver, utility e tool di gestione avviati automaticamente, commentano il tempo di boot e tendono a limitare il Sistema.

Antivirus a parte, molti di questi programmi hanno una utilità pratica un po’ dubbia, mentre sono abili nel rallentamento durante l’uso del notebook. Le prestazioni che i test hanno misurato sono molto elevate, in alcuni casi superiori a quelle dell’FW11.

Dalla feritoia sul lato sinistro e c’è una gran quantità d’aria calda ma si mantiene ad una temperatura accettabile; Le cose cambiano con i test sulla grafica, dove si avverte un sensibile riscaldamento sempre sulla zona sinistra.

Ottime le possibilità di connessione, che prevedono la porta in alta definizione a fianco della classica vga. Completano la dotazione una  webcam, il sensore per le impronte digitali e la conformità alle specifiche Dlna per l’interoperabilità sulla rete mistica tra apparecchiature a occhio e video.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest