Sony Xperia U, la recensione



Il Sony Xperia U è uno smartphone che, grazie ai diversi colori e al design squadrato, è orientato verso un pubblico più giovane, nonostante questo il suo hardware potente e il prezzo accessibile lo rendono adatto per tutti. Sotto la scocca abbiamo un processore dual-core, mentre il design fa parte della nuova linea di disegni NXT della Sony, con una striscia trasparente nella parte inferiore. Lo schermo ha una buona densità di pixel, la fotocamera è veloce e in grado di girare dei video HD.

Sulla carta una delle poche cose da tenere a mente come piccolo punto negativo per l’Xperia U è il software, dato che usa Android Gingerbread e non ICS (che è invece l’ultima versione del sistema operativo di Big G) ma a questo si può ovviare con un aggiornamento dello stesso.

Molto bella da un punto di vista estetico la striscia luminosa trasparente sul fondo del telefono ha delle luci che si accendono quando si premono i tre punti “capacitivi” sopra di essa. Rimanendo in tema di banda inferiore, la Sony l’ha realizzata in maniera estraibile, cosi che possa essere sostituita con una banda di colore diverso.

Per quanto riguarda lo schermo, è un buon LCD da 3,5 pollici, decisamente comodo da tenere in mano, in grado di dare una buona visibilità all’esterno. La risoluzione è da 480 x 854 pixel , interessante la maggior parte degli utenti. Anche la fotocamera da 5 megapixel è interessante e permette di scattare delle foto o di girare dei video di buona qualità.

La memoria interna è da 8GB ma non ci sono slot di espansione. Questo è purtroppo un grande limite del telefono della Sony, dato che 8GB potrebbero risultare pochi per alcuni.

Piccola lamentela circa questo smartphone: la mancanza di un rivestimento oleorepellente sul display, cosa che provoca lo sporcarsi dello schermo in maniera troppo frequente.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest