Spam? No grazie, IO uso Bogofilter



Bogofilter è un filtro antispam bayesiano, risulta essere molto veloce, e piuttosto preciso nei risultati.

Bogofilter è una sorta di bogometro, esso cerca di identificare i messaggi di spam misurandone la bogosità.

Bogofilter è stato inizialmente sviluppato da Eric S. Raymond nel 2002e  ha fin da subito acquisito una grande popolarità, tanto che il gruppo di sviluppatori si è man mano ampliato, restando un progetto completamente Open Source.

Come già detto, Bogofilter è basato sul teorema di Bayes e lo usa per i calcoli iniziali e successivamente anche per altri metodi statistici sulle email.

Dopo questa introduzione veniamo alla configurazione del filtro, salto la parte dell’ installazione in quanto è presente come pacchetto per ogni distribuzione ed in ogni caso nè è possibile l’ installazione grazie ai canonici comandi GNU.

Cominciamo con usare Bogofilter da riga di comando, per istruirlo su ciò che è spam e su quello che non è, per indicare a Bogofilter lo spam facciamo finta di avere una mailbox dove inseriamo esclusivamente messaggi di spam e facciamola processare da Bogofilter:

# cat Spam | bogofilter -M -s

Il comando non fa altro che processare le email presenti nella cartella e “apprende” che tutto il contenuto della stessa è spam, naturalmente occorre un buon quantitativo di questa spazzatura per rendere l’ apprendimento più corretto e selettivo.

Per far riconoscere ciò che NON è spam, bisogna digitare il seguente comando:

# cat Inbox | bogofilter -M -n

Questo comando va digitato per tutte le cartelle che eventualmente abbiamo creato con il nostro programma di posta.

Per controllare quanto sia chiara a bogofilter la differenza tra spam e NON spam, occorre, sempre da shell, digitare il seguente comando:

# bogoutil -H ~/.bogofilter/wordlist.db

il comando riporterà una tabella, da cui si potrà controllare l’ apprendimento del filtro.

E’ possibile usare i comandi per istruire Bogofilter per creare un semplicissimo script di shell che ci permetterà di evitare continuamente la digitazione dei precedenti comandi, lo script, in caso si usi Evolution come mail reader dovrà risultare all’ incirca nel modo seguente:

#!/bin/bash

# Variabili
# Spam
SPAMBOX=”/home/vostro_utente/.evolution/mail/local/Spam”

# Ham
HAMBOX=”/home/vostro_utente/.evolution/mail/local/Inbox”

# Istruisce bogofilter sullo Spam
cat $SPAMBOX | bogofilter -M -s

# Istruisce bogofilter sull Ham
cat $HAMBOX | bogofilter -M -n

exit 0

Dategli i permessi di esecuzione con:

chmod 744 nome_file.sh

Per avviarlo basterà un:

./nome_file.sh

Naturalmente nulla vi vieta di inserire altre cartelle di Mail “pulite” la cosiddetta Ham.

Per integrare Bogofilter con Evolution, basterà semplicemente accedere alla finestra di configurazione e cambiare il filtro di default (Spamassassin) con Bogofilter, come in figura.

Preferenze

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest