Stesso testimonial per Fastweb e Alice



Chi ha scritto il contratto tra Telecom e Valentino Rossi per la pubblicità di Alice? Mi chiedo chi l’abbia scritto e non abbia provveduto a mettere come condizione del contratto l’impegno da parte di Rossi di non concedersi a concorrenti per un tot di tempo. Ora infatti Valentino Rossi è il testimonial di Fastweb, diretto concorrente di Telecom in vari campi tra cui le linee veloci per l’accesso a internet.

Lo vediamo nella pubblicità dire “Sono sempre in ritardo […] l’importante è arrivare” e fare la cosa giusta. Ossia “passate a Fastweb“? Così ecco bella e pronta una pubblicità non solo pro-fastweb, ma anche anti-alice. Questa situazione ha un precedente, i contendenti erano Stream e Telepiù, per il mercato della pay tv, prima il comico Paolo Rossi (il fato che abbiano lo stesso cognome e siano protagonisti di un evento pubblicitario simile è una coincidenza) faceva la pubblicità alla Steam, poi se lo accaparrò Telepiù, in questo caso le parole magiche della pubblicità furono: “Lo so, facevo la pubblicità per quell’altra, ma a casa sono sempre stato abbonato a D+”.

In questo caso l’Authority bloccò la pubblicità per forma scorretta di pubblicità comparativa, questa volta sono cambiati i tempi e la forma è un po’ diversa, quindi non dovrebbe creare problemi se non alla Telecom. Comunque è presto per tirare le somme, vedremo se la scelta di Fastweb è stata buona o no. Intanto alla Telecom il colpo ha fatto male.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest