Tablet Android: ecco quelli con Honeycomb



Sempre più spesso gli amici mi chiedono consigli, impressioni, valutazioni sui tablet Android in quanto mi dichiaro felice possessore del mio Archos Internet Tablet da 7″.
Parlando di prodotti tecnologici, il pensiero di un acquisto “che possa andare bene anche per esigenze future” o per il quale “aspettare qualche settimana la versione nuova” è vanificato dalla uscita di modelli più evoluti, più luccicanti, più potenti e con più funzioni. Il mondo dei tablet non fa eccezione… anzi!

Fin dalla sua uscita Android ha bruciato tutte le tappe di una veloce ascesa, attirando le attenzioni di tutti i grandi produttori che spesso se ne sono tenuti lontano anche perchè sceglierlo significa un po’ anche “sposare” Google e le sue strategie.

Nell’ultimo anno alcune di queste remore sono cadute e ora sono in molti ad arrivare in un mercato sostanzialmente nuovo che promette di essere florido almeno quanto lo è stato quello dei netbook (che probabilmente saranno quelli che pagheranno l’avvento dei “cugini” senza tastiera).

Con Android Honeycomb Google mette a disposizione un sistema operativo ottimizzato proprio per risoluzione, hardware e usi tipici dei tablet: su Networkworld troviamo una carrellata dei modelli con Honeycomb (alcuni dei quali ancora non usciti in italia) che che permette di farci un’idea dei prodotti principali che probabilmente si divideranno questa fetta di mercato nei prossimi mesi.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest