Tecnica grafica: come eliminare da una foto macchie dovute a polvere sul sensore



Quando si osserva una foto al massimo ingrandimento si notano piccole macchie di polvere che non si vedevano al momento dello scatto. Si potrebbe intervenire con il Pennello correttivo al volo, ma questa operazione potrebbe rivelarsi molto lunga e complessa. Per velocizzare la ezione, vi consiglio il filtro di Photoshop Polvere e Grana, contenuto nella serie Disturbo. Questo filtro riduce il disturbo modificando i pixel diversi ed è spesso usato per togliere la polvere e i graffi dalle foto scansionate. Impostando un buon bilanciamento tra i valori Raggio e Soglia può aumentare il contrasto dell’immagine e al contempo nasconderne i difetti.

1) Aprite l’immagine che vi procura problemi e attivate la palette Livelli. Duplicate il livello di sfondo: in questo modo, in caso di errore sarà possibile recuperare l’immagine originale riattivandola.

2) Zoomate nel punto dell’immagine in cui compare la macchia per visualizzare meglio il disturbo. Per fare questo basta cliccare con il pulsante Zoom attivo sul punto interessato.

2009091710_s3) Prendete il Pennello (uno morbido). Dopo aver prelevato con lo strumento Contagocce un campione di colore che più si avvicina all’area circostante (è maglio fare diversi tentativi per scegliere quello più adatto e naturale), portatevi con il cursore del mouse sull’area interessata dal disturbo per coprirla col il colore scelto.

4) A questo punto sarà necessario aggiungere un pò di grana sulla pennellata…il risultato dell’intervento in quel punto, infatti, appare ancora ben visibile e non integrato all’immagine. Per evitare, però, che il filtro agisca su tutta la foto, dovrete creare prima una maschera di livello al livello di copia dello sfondo.

5) Mascherate tutto il livello (riempitelo con il colore nero) e, tenendo selezionato il livello corrente (quello di copia di sfondo), andate su filtro, Disturbo, Polvere e Grana. Impostate dei valori di Raggio adatti ala vostra foto per rimuovere ogni granello di polvere (l’anteprima del filtro vi permette di vedere i risulatati in tempo reale alle modifiche che state effettuando). Aiutatevi con il valore Soglia per ridurre la quantità della sfocatura generale. Una volta soddisfatti date OK.

6) Ora, essendo il livello scelto mascherato, non vedrete sicuramente i risultati del filtro applicato. Pertanto, scegliete lo stesso pennello con cui avete effettuato la copertura del disturbo, con gli stessi parametri, impostato sul colore bianco (perchè vogliamo svelare le modifiche fatte) e colorate nel punto della pennellata precedente.

Ecco come dovrebbe comparire l'immagine. Il disturbo, che prima compariva nell'angolo in alto a destra, ora è pressochè invisibile

Ecco come dovrebbe comparire l'immagine. Il disturbo, che prima compariva nell'angolo in alto a destra, ora è pressochè invisibile

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • tuonoazzurro

    io di solito uso il pennello correttore presente con l’ultima versione di Photoshop, la CS4. Funziona una meraviglia, oppure è comodo anche il Timbro Clone.

Pinterest