Tim Cook, un libro ne analizza la leadership



Solo ieri vi parlavamo, sempre tra queste pagine di MondoInformatico, della spiazzante risposta di Tim Cook, CEO di Apple, a un investitore che metteva in dubbio le politiche ambientali dell’azienda. “Non siete d’accordo con quello che facciamo? Bene, vendete le azioni Apple”, aveva risposto. L’attuale boss della società di Cupertino è sempre stato visto come un leader piuttosto calmo e accomodante, ma è normale, per chi non ci lavora a stretto contatto, non avere idea di che genere di amministratore sia. Oggi, a riguardo, sappiamo qualcosa in più grazie a Haunted Empire, il nuovo libro di Yukari Iwatani Kane.

Secondo quanto si legge nel libro, Cook è un leader molto meticoloso e perfezionista, che mette sempre tutto sé stesso nel mettere a proprio agio e motivare i suoi dipendenti. E mentre è conosciuto per organizzare riunioni di sei ore con i suoi dipendenti e per far loro pesare i loro errori, anche quelli meno rilevanti, dall’altro lato sappiamo che è un grande motivatore e crede fermamente nella creazione di una ambiente amichevole e rilassante in quel di 1, Infinite Loop.
Nel libro, Tim Cook è inoltre descritto come un amministratore rigido e inflessibile, un aspetto che senza alcun dubbio non traspare dalla sua esteriorità che, come dicevamo in apertura, ha sempre dato un’idea di calma e leggerezza.

Molto probabilmente questa descrizione non cambierà il modo in cui vedete l’attuale leader di Apple, ma rappresenta sempre un’ottima fonte per capire qualcosa in più su uno degli uomini più influenti del mondo della tecnologia di oggi.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest