Traccia le performance del tuo sito WordPress sui siti Social



WordPress, il portale CMS nato per i blog ma utilizzato per creare anche siti altamente personalizzabili, sta presentando sempre maggiori integrazioni con il mondo dei social network.

Questo perché canali come Facebook, Twitter, Pinterest, Stumbleupon ed altri rappresentano il modo migliore per far veicolare, in modo virale, i propri contenuti. Quante volte, infatti, capita di aver scritto un post e vogliamo che si diffonda ai quattro venti o perché lo reputiamo interessante o per generare proficue visite al nostro blog/sito?

Ebbene, per fare questo, WordPress ha predisposto una serie di plug-in che possono integrarsi nel pannello d’amministrazione WordPress del nostro sito e conferirgli utili funzioni social: per esempio “Sexy Bookmarks”, “Sociable“, “Share Buttons by Lockerz” aggiungono in calce agli articoli una funzione di “Sharing” molto personalizzabile.

E’ possibile scegliere con quali social network interagire e configurare immagini e testi dei medesimi: si può persino scegliere quale social network mettere prima rispetto all’altro.

Sharebar“, invece, fornisce la possibilità di fare lo stesso tramite una barra laterale a scomparsa.

Come visto, quindi, i modi per far pubblicità ai propri contenuti e per indurre i nostri lettori a farlo non mancano affatto. Il punto è un altro. Come si può fare per avere traccia delle condivisioni fatte e della loro efficacia. D’accordo possiamo ipotizzare che un articolo sia finito su Facebook, su Twitter, sul social network di Google (Plus) o su quello dedicato alle immagini (Pinterest) ma come facciamo a sapere quante volte sia accaduto?

Ovvero: come facciamo a valutare l’efficacia intrinseca ed il gradimento di ciò che abbiamo postato nel nostro sito/blog?

Con un plug-in dalla vocazione social e dalle funzionalità statistiche come “WP Social Stats“.

Una volta installatolo nel lato amministrativo (back-end) di WordPress (è lì che agisce e non risulta visibile nel lato front-end), il plug-in inizia ad interagire con i seguenti social network: Facebook, Twitter, Google+, Pinterest, LinkedIn e Stumbleupon. Dopo un periodo di rodaggio, volto a monitorare la diffusione dei post, ci presenta i risultati in una griglia tabellare. In ogni riga è presente il titolo di un nostro post e, colonna per colonna, ci viene detto quante volte sia stato condiviso in uno dei social network sopra citati.

Già questo ci consente di tenere traccia delle prestazioni del sito/blog ma non finisce qui. Questo plug-in statistico fa anche molto altro: per esempio ci permette di taggare i post per contenuto o argomento e quindi di procedere ad un ordinamento/filtro in modo da poter sapere dal sistema in questione quale argomento abbia riscosso maggiore interesse. In questo modo potremo tarare meglio i contenuti del nostro sito/blog sui gusti dei web users. Di accompagnamento a questa possibilità è anche quella, connessa, di organizzare i dati mensili in modo da poter avere un indicazione dell’andamento (positivo, negativo, in flessione o crescita) di un certo titolo o di una certa categoria di argomenti. Anche qui la finalità è non solo quella di tenere traccia di quale post abbia più successo ma anche di poter fare delle analisi editoriali per ri-tarare meglio le proprie scelte contenutistiche.

Il tutto, cioè i dati in questione e relative statistiche di ordinamento, sono presentati appunto in forma tabellare, una forma che si presta bene ad una facile interrogazione ed analisi dei dati raccolti.

Via | NirmalTV

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest