Tutorial – guida – per Office Excel: eliminare righe vuote in modo facile (No Macro/VB)



Chi lavora con Excel spesso si imbatte nell’ annoso problema di dover cancellare righe vuote o parzialmente vuote. Excel non offre la possibilità integrata di effettuare questa operazione e gli utenti si sono inventati i metodi più disparati e complessi (macro, Visual basic for applications, ecc..)

Eppure esiste un modo molto semplice in stile “Quick Tips & Tricks”: basta ordinarle! Ordinando le righe, quelle”vuote” finiranno in fondo. Questo semplice modo offre anche la possibilità di una gestione avanzata delle righe da eliminare, potete ad esempio cancellare anche righe non completamente vuote selezionando la colonna che volete usare come criterio!

La domanda sorge spontanea: ma l’ordine iniziale lo perdo? Per ovviare a questo inconveniente ecco un altra semplice indicazione: basta creare una colonna “ordine”, inserire nella prima riga della colonna creata il numero uno e nella seconda il numero due. Poi si selezionano entrambe le celle appena riempite e, tramite il trascinamento (quadratino in basso a destra della cella), si crea velocemente un numero d’ordine che ci servirà ala fine a rimettere le righe nel giusto ordine.
Infatti dopo la creazione della colonna contenente il numero d’ordine si passa al comando di ordinamento che ci permette di avere in cima o in fondo tutte le righe vuote che quindi cancellabili in un colpo solo.
Per rimettere l’ordine di partenza basta riordinare il tutto per la colonna contenete il numero d’ordine.

Chi effettua spesso questo tipo di operazioni può facilmente automatizzare il tutto registrando una macro e aggiungere un comodo tasto nella toolbar (anche con una shortcut da tastiera).
Per registrare una macro basta andare su “Strumenti”, “Macro” e infine “Registra una nuova macro”. Dare un nome alla macro del tipo “cancella_righe_vuote” ed effettuare normalmente le operazioni che ho elencato prima. Al termine delle operazioni cliccare su “Interrompi registrazione” dalla finestrella che si aprirà mentre registrate la macro.
Il metodo è lineare: se si macro disponibile ogni volta che si utilizza Excel, memorizzarla nella Cartella macro personale, nella cartella Esecuzione automatica di Excel.
Per aggiungere il bottone basta aprire la barra degli strumenti “Strumenti di controllo”, aggiungere l’oggetto “bottone”, collegare l’evento click alla macro salvata e il gioco è fatto!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest