Ubuntu e Kubuntu 11.10 Oneiric Ocelot: disponibile versione finale [download link]



Oggi come previsto è stata rilasciata la versione 11.10 di Ubuntu (e di conseguenza anche di Kubuntu) denominata “Oneiric Ocelot“. La nuova versione porta con sé diversi miglioramenti e cambiamenti sia per Ubuntu che per Kubuntu, adesso vedremo un po’ da vicino cosa è cambiato.
Innanzitutto aggiornamento più importante di tutti è il passaggio al Kernel Linux 3.0, uscito già qualche mese fa, mentre per quanto riguarda le due distribuzioni in particolare vedremo cosa è stato aggiunto, modificato o rimosso.

Ubuntu:

GNOME 3 e GTK 3: Il famoso Desktop Environment Gnome è stato aggiornato alla versione 3.0 insieme al set di librerie GTK oltre che a vari miglioramenti all’interfaccia Unity che è stata ormai adottata come default (mentre un anno fa era riservata ai soli netbook).
Ubuntu Software Center: Il nuovo software di gestione dei pacchetti installati sotto forma di “catalogo applicazioni” che permette velocemente di sfogliare tra i vari programmi in base a diversi criteri, quali la categoria, la valutazione, ecc.
Nautilus 3: Il nuovo file manager si presenta più compatto e immediato.
Mozilla Firefox & Thunderbird 7: Sul sistema troverete già precaricati il browser Firefox aggiornato alla versione 7 così come il client di posta elettronica Thunderbird!

Oltre a questi migioramenti principali noteremo altri piccoli dettagli che rendono più piacevole, anche visivamente, l’uso di Ubuntu, oltre ad avere un accesso diretto a tutte le funzioni di setup (quali bluetooth, display, dispositivi usb, ecc) dal menu principale.

Kubuntu:

KDE 4.7 e Qt 4.8: Così come per Ubuntu, anche il K Desktop Environment è stato aggiornato, portandosi alla versione 4.7, così come le librerie Qt che arrivano invece alla versione 4.8.
Muon Software Center: Anche Kubuntu si rinnova nell’ambito della gestione dei pacchetti, abbandonando KPackage e presentando il suo Muon Software Center, gestore di pacchetti molto più intuitivo ed immediato con funzionalità di catalogazione simile a quelle di Ubuntu.
Low Fat Kubuntu: Una nuova particolare modalità d’installazione che permette di installare una versione “lite” di Kubuntu, disabilitando ad esempio il composing di default, togliendo alcune animazioni desktop e riducendo il numero di processi che si avviano automaticamente allo startup.

Oltre queste novità sono stati ovviamente fixati tutti i bug scovati, oltre ad aver aumentato il supporto hardware. Inoltre sono stati anche fatti progressi per quanto riguarda il supporto ai processori ARM. Il resto conviene scoprirlo da voi, installando una distribuzione a vostra scelta e “smanettandoci” come ogni buon linux user ama fare. :)

Infine vi lascio qui i link per il download dai siti ufficiali:
Ubuntu
Kubuntu

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest