Un cura per ogni male: guasti hardware



20090523disco_parti

Di solito il computer si guasta nel momento meno opportuno e i danni dovuti alla perdita dei dati possono essere incalcolabili. Non è raro infatti che,una volta acceso il PC, compaiano messaggio del tipo 1701: questo significa che il nostro disco non funziona più. Nello schema degli errori di sistema, il 17 indica sempre un problema relativo ai dischi. Sfortunatamente è più facile prevedere una vincita al lotto che la rottura improvvisa del nostro hard disk, per cui se possedete un hard disk già da alcuni anni , vi consigliamo di fare giornalmente il backup dei dati. Come tutti i dispositivi dotati di parti mobili, i dischi fissi hanno una maggiore probabilità di manifestare problemi legati all’usura.

Le parti interessate sono i cuscinetti del motore di rotazione e il perno dell’attuatore che regge esposta alle testine di lettura sul piano. Le testine viaggiano qualche milionesimo di millimetro dalla superficie un infinitesimo spostamento è sufficiente, nell’ipotesi peggiore, a farla poggiare sul piatto rovinando la pellicola magnetica. La conseguenza è la perdita delle informazioni in quel punto. Un cuscinetto consumato potrebbe crepare e bloccare il motore di rotazione. Il metodo migliore per proteggere i dati resta, senza dubbio alcuno, farsi sempre una copia di riserva su appositi dispositivi a nastro o ottici.

È un genere di problemi che non si manifestano d’improvviso ma sono preceduti da una serie di avvisaglie: rallentamento delle prestazioni, aumento del tempo d’avviamento, eccesso di calore sul corpo del disco, variazioni microscopiche e così via. I produttori hanno sviluppato un sistema di controllo,lo Smart, che tiene sotto controllo diversi parametri del disco ed è in grado di preveder guasti. Questo sistema è una tecnologia integrata nel firmarware del disco. Grazie a particolari software l’utente può visionare lo stato del suo hard disk : questi programmi monitorizzano le prestazioni e le mostrano con una tabella predefinita. Uno spostamento eccessivo rispetto alla soglia dei valori presenti nella tabella è un segnale di problemi del disco. Alcuni programmi come Ez Smart si limitano a interrogare il firmware del disco e a visualizzare le informazioni sui problemi. Altri più sofisticati eseguono variazioni con la notifica del problema all’amministratore, la riduzione del carico di lavoro sul disco e l’avvio di una procedura di backup. Il metodo di interrogazione, la tabella con i valori di soglia e i parametri degli hard disk tenuti sotto controllo variano da prodotto a produttore

 Rimane identico per tutti il protocollo di comunicazione alla parte installata sul PC. I parametri che il sistema controlla e usa per segnalare l’approssimarsi di un guasto sono diversi. Un tempo elevato nel raggiungere la velocità nominale di rotazione è un segnale di guai con il motore, I numerosi tentativi di ricerca di dati a un notevole utilizzo del sistema di correzione Ecc sono un avviso di problemi con la testina di lettura. Numero elevato di settori rovinati vuol dire che le testine stanno toccando la superficie del disco. Come abbiamo detto in precedenza, ogni produttore ha un proprio sistema di verifica e indicazione dei guasti, ricavato dall’analisi dei dischi inviati all’assistenza tecnica a causa dei difetti. Lo Smart non è una panacea per tutti i problemi del disco, alcuni inconvenienti non sono assolutamente diagnosticabili e prevedibili.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest