Un Tweet per gli alieni



Se  Twitter fosse a disposizione degli abitanti di altri pianeti, ora i cari amici extraterrestri sarebbero subissati da tutti i Tweet che ricevono.  Già, perché la notte tra il 29 ed il 30 giugno è stata tutta donata alla speranza di poter istaurare  una comunicazione con gli extraterrestri.  Il noto social network Twitter, su richiesta del National Geographic, ha voluto dedicare la notte più lunga, grazie al secondo in più, ai mondi extraterrestri.

Per partecipare si doveva semplicemente inviare all’hashtag #Chasing UFOs il proprio messaggio, per poi vederlo  unito a quello degli altri utenti ed in seguito affidato al radiotelescopio di Arecibo per essere inviato agli alieni  in ascolto. Klingoniani, siete avvisati. Insieme ai Vulcaniani, agli Andoriani, ecc. Niente Marziani o Venusiani, ormai sappiamo che Marte e Venere non ospitano, o almeno non ospitano adesso, altre forme di vita.

E’  verosimile che esistano altre forme di vita al di fuori del pianeta Terra, meglio, al di fuori del sistema solare, ma le distanze che ci separerebbero sono enormi e, al momento noi siamo lontani anni luce dal sviluppare la tecnologia necessaria all’esplorazione spaziale. Ma, siccome il famoso incontro ravvicinato del terzo tipo non è ancora avvenuto, è lecito supporre che la tecnologia non la posseggano neanche gli alieni. E’ un vero peccato, tuttavia, che nessuno abbia pensato che, se gli alieni twittassero, forse non avrebbero voglia di farlo  con noi.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest