Un virus colpisce l’iphone



Il melafonino che in questi ultimi tempi è diventato il cellulare più venduto al mondo , surclassando completamente anche la grandissima concorrenza di Nokia , può essere colpito da virus . Infatti , gli studi effettuati da  Charlie Miller e Collin Mulliner hanno dimostrato che è facilmente possibile entrare nel dispositivo semplicemente con l’invio di un codice attraverso un sms .

Questi hanno infatti scoperto la possibilità di controllare a distanza il cellulare impedendo ai possessori di inviare messaggi ed effettuare chiamate . Gli studiosi hanno immediatamente segnalato il bug a casa apple , ma questi non ha ancora provveduto a correggerlo . Si teme che se il codice dovesse venire svelato potrebbe rivelarsi fatale per i milioni cellulari venduti . Lo stesso bug è stato trovato in Android di casa Google , ma qui semplicemente la casa madre ha provveduto immediatamente a correggerlo.

Eccovi di seguito l’intervista  rilasciata da Charlie :

E’ terribile pensare che qualcuno possa controllare il mio iPhone. Abbiamo deciso di rendere pubblica questa scoperta in modo che Apple vi ponga rimedio. In realtà già da qualche settimana li abbiamo avvisati della nostra scoperta ma al momento non hanno fatto nulla per eliminare o almeno tamponare la falla. Con un sistema analogo siamo riusciti a “entrare” anche in un telefonino con sistema operativo Android,  però Google ha subito provveduto a sistemare il problema con un aggiornamento. Attendiamo che anche Apple faccia altrettanto.”
Miller e Mulliner hanno mostrato agli astanti l’efficacia dell’operazione. In particolare Miller ha dichiarato: “E’ terribile pensare che qualcuno possa controllare il mio iPhone. Abbiamo deciso di rendere pubblica questa scoperta in modo che Apple vi ponga rimedio. In realtà già da qualche settimana li abbiamo avvisati della nostra scoperta ma al momento non hanno fatto nulla per eliminare o almeno tamponare la falla. Con un sistema analogo siamo riusciti a “entrare” anche in un telefonino con sistema operativo Android,  però Google ha subito provveduto a sistemare il problema con un aggiornamento. Attendiamo che anche Apple faccia altrettanto.”

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • Non riuscirò mai a capirli gli hacker

Pinterest